E sono quattro per Elia Viviani. Lo sprinter della Quick Step Floors lascia soltanto le briciole ai propri avversari alla Adriatica Ionica Race. Quinta ed ultima frazione e quarta vittoria (tenendo conto anche della cronometro a squadre iniziale) per il campione Olimpico dell’omnium di Rio 2016, che in volata ha dato spettacolo anche nella frazione da Grado a Trieste.
Tappa breve, di 124,6 km, con un circuito che ha lasciato poco spazio agli attaccanti. Ci hanno provato dopo 20 km Chun Kai Feng (Bahrain Merida), Darwin Atapuma (UAE Emirates), Umberto Orsini (Bardiani), Damiano Cima (Nippo Fantini), Miguel Florez (Wilier Selle Italia) e Michele Gazzara (Sangemini-MGKvis), ma le squadre dei velocisti hanno fatto un ottimo lavoro. Si è messa a spingere la Quick Step Floors, con Terpstra che ha messo in fila il plotone senza far evadere nessuno.
Gran Piemonte
Gran Piemonte: orari, diretta tv, percorso e favoriti
07/10/2021 A 09:00
Treno perfetto per Elia Viviani che è riuscito a primeggiare davanti ad un redivivo Mark Cavendish (Dimension Data) e Riccardo Minali (Astana). Piazzamenti importanti per Luca Pacioni (Wilier Selle Italia) che conclude 4° e Simone Consonni (UAE Emirates) che finisce 5°. Non cambia nulla in classifica generale: arriva il trionfo più importante della carriera per il giovanissimo Ivan Sosa (Androni-Sidermec), che ha dato spettacolo sul Giau. Alle sue spalle Giulio Ciccone (Bardiani) a +41″.
Vuelta di Spagna
La Quick Step c'è riuscita: dopo Cavendish, anche Jakobsen è rinato
18/08/2021 A 07:09
Tokyo 2020
Ganna: “Sensazioni buone, cresceremo verso le Olimpiadi”
18/07/2021 A 09:53