Era uno dei favoriti e si è confermato tale, nonostante abbia perso un po' di tempo a causa di una caduta. È riuscito a rientrare sul gruppo, è riuscito a mantenere le ruote dei migliori sul Muro della Tisa prima e sull'ultimo passaggio della Rosina dopo, e a completare la giornata con una fantastica volata in rimonta. Senza dimenticare il super lavoro di Samuele Battistella (campione del mondo Under 23) che nella parte finale del percorso, nei km che precedevano il gruppo all'arrivo di Cittadella, ha stoppato ogni tentativo di allungo, da Formolo ad Ulissi fino a De Marchi. Niente da fare per Vincenzo Nibali che è rimasto troppo ad aspettare e, ormai, quell'attacco all'ultimo km era troppo 'telefonato'. Niente da fare anche per il campione uscente, Formolo, che non ha trovato la giusta strategia con Ulissi. Da lodare il grande lavoro dei Quick Step con Bagioli per Ballerini, ma lo stesso Ballerini si è un po' addormentato in volata, non accorgendosi dell'arrivo da dietro di Nizzolo dopo aver scavalcato Colbrelli. Gran colpo di Nizzolo, quindi, che alla prima tappa del Tour de France, lunedì 29, porterà la sua nuova maglia tricolore. E attenzione, perché lo sprinter milanese sarà anche il capitano della Nazionale per la prova su strada degli Europei prevista per mercoledì 26.

Giacomo Nizzolo è il nuovo campione italiano. Rivivi la sua fantastica volata in rimonta

L'ordine d'arrivo

Ciclismo
Giacomo Nizzolo: "Una volata pazzesca. Avevo grande voglia di vincere questa maglia tricolore"
23/08/2020 A 15:40
CorridoreSquadraTempo
1. Giacomo NIZZOLONTT5h48'37''
2. Davide BALLERINIDeceuninck-Quick Stepst
3. Sonny COLBRELLIBahrain-McLarenst
4. Andrea VENDRAMEAG2Rst
5. Kristian SBARAGLIAlpecin Fenixst
6. Diego ULISSIUAE Emirates Teamst
7. Alessandro DE MARCHICCCst
8. Andrea BAGIOLIDeceuninck-Quick Stepst
9. Giacomo GARAVAGLIAKometa Xstrast
10. Davide FORMOLOUAE Emirates Teamst

Fuga corposa: ci sono 16 corridori della Bardiani

Subito tanti tentativi di fuga con la speranza di prendere il largo sul primo passaggio della Rosina. Tra questi ci sono anche Fausto Masnada, Giulio Ciccone con i compagni Mosca, Brambilla e Conci e ben 16 corridori della Bardiani che vanno in blocco in avanscoperta. Il gruppo non resta a guardare, ma davanti cerca di fare il diavolo a quattro Masnada, mentre Ciccone muove le pedine grazie alla superiorità numerica dei Trek. Dietro l'UAE (per Formolo) e la Bahrain-McLaren (per Colbrelli) ad inseguire.

Le squadre di Formolo e Colbrelli rimontano: tutti ripresi

Viviani si stacca dopo 200 km di corsa (non in condizione il campione europeo in carica), mentre si muovono Formolo e Nibali che puntano a rientrare sul gruppo di testa. Alla fine vengono ripresi tutti i fuggitivi di giornata, compresi Masnada e Ciccone che sono stati gli ultimi a mollare. In discesa il plotone ritrova diversi corridori, tra questi anche Trentin - che prova a lavorare per Alessandro De Marchi (2° nella prova a cronometro) - Daniel Oss e il 'senatore' Davide Rebellin.

Attacco sulla Tisa: ma sulla Rosina rientrano De Marchi e Ulissi

Sul muro della Tisa restano pochi corridori, con i 350 metri al 15% (in ghiaia) che fanno la differenza: restano Bagioli e Ballerini (Deceuninck-Quick Step), Nibali (Trek Segafredo), Canola (Gazprom), Formolo (UEA), Colbrelli (Bahrain-McLaren), Oss (Bora Hansgrohe) e Nizzolo (NTT). Gli 8 prendono circa 20 secondi di vantaggio sul gruppo che non si mette d'accordo per rientrare. Sulla Rosina, però, tornano sotto De Marchi, Ulissi e Vendrame, mentre si stacca Canola. In discesa arrivano anche Battistella, Garavaglia e Sbaragli, mentre Ciccone e Visconti restano nel gruppo dietro. A 14,1 km dall'arrivo, ecco che Alessandro De Marchi evade dal gruppo di testa cercando di raggiungere Cittadella in solitaria, ma Formolo riporta tutti sotto.

Davide Formolo

Credit Foto Getty Images

C'è la volata: Nizzolo è il più veloce di tutti

Ulissi e Formolo ci provano da dietro, ma Bagioli e Battistella stoppano tutti. All'altezza dell'ultimo km parte Nibali, ma Oss lo vede subito. Sarà quindi volata: Colbrelli è il primo a lanciare lo sprint, gli si affianca Ballerini ma dalla sinistra spunta Nizzolo e passa tutti andando a bissare il successo colto nel 2016 a Darfo Boario Terme. Sarà di nuovo maglia tricolore per il velocista milanese.

La fuga di Ciccone, la stoccata di Nibali e la volata finale: gli highlights dei campionati italiani

Ciclismo
Campionati Italiani cronometro: Filippo Ganna domina e serve il bis, De Marchi e Affini sul podio
21/08/2020 A 18:50
Europei di ciclismo
Niente Europei per Viviani: non arriva il permesso dalla Cofidis
18/08/2020 A 20:20