Lo aspettavamo e ha già piazzato il colpo del campione. Parliamo di Filippo Ganna che ha lasciato il segno nell'Étoile de Bessèges, non nella cronometro di Alès che verrà disputata domenica, ma nella tappa in linea con arrivo a Saint-Siffret dopo 150 km di fuga. Il corridore italiano era andato in fuga con altri 7 corridori (c'era anche Bettiol) e poi si è giocato le sue chance ai 10 dal traguardo visto l'imminente rientro del gruppo. Così come a Camigliatello Silano, il verbanese è riuscito a fare il vuoto proprio nel tratto di leggera salita dove ha accumulato quei secondi sufficienti per tenere a bada il plotone. Ganna fornisce un altro saggio del sue caratteristiche e qualità, in atteso di vederlo alle Olimpiadi di Tokyo per conquistare un paio di medaglie di peso.

L'ordine d'arrivo

CorridoreTempo
1. Filippo Ganna3h22'59''
2. Christophe Laporte+17''
3. Pascal Ackermann+17''
4. Greg Van Avermaert+17''
5. Milan Menten+17''
6. Bryan Coquard+17''
7. Cyril Barthe+17''
8. Nils Politt+17''
9. August Jensen+17''
10. Mads Würtz Schmidt+17''
15. Giacomo Nizzolo+17''
Giro d'Italia
Il calendario 2021 di Ganna: Parigi-Roubaix, Giro e Olimpiadi
03/12/2020 A 08:28

Cronaca

Si parte subito con una fuga, con Ganna (Ineos Grenadiers), Brunel (Groupama-FDJ), Pérez (Cofidis), De Bondt (Alpecin-Fenix) e Robeet (Bingoal WB) che evadono dal gruppo dopo circa 2 km. Il gruppo prima li ha lasciati a 2 minuti, ma poi si sono aggiunti alla testa della corsa anche Latour e Turgis (Total Direct Énergie) e Bettiol (Education Nippo) con la fuga che ha così cominciato ad incrementare il proprio vantaggio in maniera piuttosto seria. A 10 km dall'arrivo, ecco però che il gruppo è riuscito a farsi sotto, rimontando fino a 1 minuto dalla testa della corsa. L'accordo tra gli 8 era ormai scemato, anche per un po' di stanchezza, ed ecco che Ganna ha perso e se n'è andato in solitaria.

De Gendt e Rubio bisticciano e Ganna va all'attacco

Nel finale, la strada saliva leggermente a Saint-Victor-des-Oules e proprio in quel tratto di strada Ganna è riuscito a guadagnare i secondi necessari sul gruppo per portarsi a casa questo trionfo. Alla fine il plotone ha quanto meno ripreso gli altri fuggitivi e Laporte ha vinto la volata per il 2° posto davanti ad Ackermann e van Avermaet.
Domenica ultima tappa con la cronometro di Alès di 11 km che non fa paura a Wellens visto che il belga ha 44'' di vantaggio su Theuns e 46'' di vantaggio su Würtz Schmidt in classifica generale.

Ganna: "Mi sono fatto 150 km da solo, poi domani avrò un'altra crono"

Ciclismo
Ganna: "Non penso a un grande giro, ma alle Olimpiadi"
01/12/2020 A 17:25
Ciclismo
Cassani: “Emergenza giovani. Ganna? A Tokyo farà tre gare”
30/11/2020 A 13:49