Vincenzo Nibali ha vinto la sua corsa contro il tempo. Lo “Squalo” dopo essersi infortunato lo scorso 14 aprile, rimediando una frattura al radio del polso destro, è di nuovo in strada e punta dritto verso il suo 10° Giro d'Italia. Dopo avere avuto l'ok dei medici, quindi, anche Nibali proverà ad essere protagonista alla Corsa Rosa, anche se non per la classifica generale, che partirà l'8 maggio. Il siciliano esulta per essere al via e promette battaglia per lasciare un segno della sua partecipazione.

Classifiche e risultati

| Da Torino a Milano: il percorso del Giro | L'Albo d'oro del Giro | Tutte le news |
Giro d'Italia
L'Albo d'oro del Giro: tutti i vincitori dal 1909 al 2020
03/05/2021 A 16:57

Le parole di Nibali

È stata una corsa contro il tempo e sono molto felice di averla vinta. Dal giorno della caduta, il 14 aprile, non ho fatto altro che pensare a recuperare per essere al Giro. Non ho le condizioni ottimali che speravo di avere senza la caduta, e avrò anche bisogno di molta cautela nel pedalare in gruppo. Ma ora, finalmente, posso solo pensare alla competizione che, ora più che mai, sarà quella di vivere giorno per giorno. Voglio dirlo chiaramente, è inutile e impossibile dire se guarderò alla classifica generale o punterò ad una vittoria di tappa. Voglio provare a lasciare un segno al Giro, ma solo strada facendo capirò come farlo
Segui il Giro d'Italia LIVE su Eurosport Player e Discover+: scopri l'offerta bomba

Le parole di Guercilena

Ogni pezzo è a posto, siamo pronti per la sfida. Siamo molto felici di avere Vincenzo al via e, soprattutto, siamo entusiasti di avere il trio di capitani che speriamo correrà da protagonista al Giro. Le loro caratteristiche tecniche e il loro gioco di squadra saranno la chiave per coltivare le nostre ambizioni. [Luca Guercilena, team manager Trek Segafredo]

Perché è stato dato l'ok dai medici

Il chirurgo che ha operato Vincenzo, il dott. Tami, ha eseguito per la prima volta delle radiografie al polso, che hanno dimostrato che la placca era ben posizionata e non c’erano lussazioni. Significa che il polso ha risposto bene agli stress creati durante l’ultima settimana di intenso allenamento. Il successivo check-up ha confermato il buon recupero di funzionalità e articolazione, che ha permesso al dott. Tami di dare il suo benestare al ritorno di Vincenzo alle corse. Tutto è andato nel migliore dei modi. [Emilio Magni, medico Trek Segafredo]

Da Torino a Milano: guarda il percorso del Giro 2021

Giro d'Italia
Da Torino a Milano: tappe e guida completa del Giro 2021
03/05/2021 A 16:07
Ciclismo
Froome il più pagato, Nibali 11°: la classifica degli stipendi
19/04/2021 A 21:53