Sebastian Vettel chiude al comando la prima sessione di prove libere del Gran Premio di Germania 2019 di Formula Uno e prova a scacciare gli incubi dell’errore dell’anno scorso alla Sachs-Kurve (oggi replicato al millimetro da Valtteri Bottas) che, sostanzialmente, è diventato un vero e proprio spartiacque della sua carriera. La Ferrari piazza i due piloti in vetta alla graduatoria e inizia con il piede giusto il suo fine settimana, ma le Mercedes sono in scia e hanno usato pneumatici medi e non soft tenendosi nel taschino il giro veloce vero e proprio.
In una torrida Hockenheim, con temperature già oltre i 33 gradi per quanto riguarda l’atmosfera, e 43 sull’asfalto, l’azione è stata ridotta all’osso. Nella prima mezzora del turno, infatti, non sono stati segnati tempi, e la bandiera rossa esposta per lo stop al Motodrom della Haas di Kevin Magnussen, ha ulteriormente ritardato i lavori. Negli ultimi sessanta minuti i piloti hanno provato diversi giri veloci e il migliore lo ha fatto segnare il padrone di casa più illustre, Sebastian Vettel (Ferrari) con il tempo di 1:14.013 ottenuto con gomma soft, precedendo di 255 millesimi il compagno di scuderia Charles Leclerc. Terza posizione a 302 millesimi per Lewis Hamilton (Mercedes) ma con gomma media, mentre è quarto Max Verstappen (Red Bull) a 317 millesimi, anch’esso con gomma soft.
GP Germania
Ferrari, nell'annus horribilis sale il conto delle occasioni perse
29/07/2019 ALLE 07:47
Quinta posizione per Valtteri Bottas (Mercedes) a 647 millesimi (con gomma media) autore di una uscita di pista alla Sachs-Kurve in chiusura di FP1, quindi sesta per il francese Pierre Gasly (Red Bull) a otto decimi esatti. Completano la top ten lo spagnolo Carlos Sainz settimo a poco più di un secondo, con una McLaren sempre più in crescita, quindi ottavo il francese Romain Grosjean (Haas) a 1.061, nono il canadese Lance Stroll (Racing Point) a 1.178, mentre è decimo Daniel Ricciardo (Renault) a 1.554.
La Mercedes, oltre ad essersi presentata con una livrea che va a festeggiare i 125 anni del suo avvento nel motorsport, ha la chiara intenzione di centrare l’ennesima doppietta della sua annata e ha, per l’occasione, rivoluzionato la vettura con novità di telaio e sotto quasi tutti i punti di vista. Nuove prese d’aria anteriori, nuovi specchietti, aperture nelle pance rivoluzionate con appendici di nuova concezione, quindi fondo piatto e ala posteriore con nuovi intagli e disegni. In poche parole una W10 versione 3.0. La Ferrari, invece, non ha portato novità a Hockenheim, ma ha annunciato che Charles Leclerc avrà a disposizione un nuovo MGU-K (come le Haas e le Alfa Romeo) e un nuovo pacchetto batterie come Sebastian Vettel.
Dopo questa prima sessione abbastanza interlocutoria si tornerà in pista alle ore 15.00 per la FP2, con temperature ancor più elevate ed i protagonisti che saranno impegnati nelle simulazioni di passo gara che, tuttavia, dovrebbero risultare poco indicative, dato che da domani la pioggia dovrebbe farla da padrone sul circuito teutonico.

CLASSIFICA TEMPI FP1 GP GERMANIA 2019 – F1

15S. Vettel (S)Ferrari1’14″01317
216C. Leclerc (S)Ferrari+00″2551’14″26820
344L. Hamilton (M)Mercedes+00″3021’14″31527
433M. Verstappen (S)Red Bull+00″3171’14″33023
577V. Bottas (M)Mercedes+00″6471’14″66025
610P. Gasly (S)Red Bull+00″8001’14″81321
755C. Sainz (S)McLaren+01″0491’15″06226
88R. Grosjean (S)Haas+01″0611’15″07425
918L. Stroll (M)Racing Point+01″1781’15″19121
103D. Ricciardo (S)Renault+01″5541’15″56719
GP Germania
Frizione irregolare, penalizzate le due Alfa Romeo: Hamilton e Kubica vanno a punti
28/07/2019 ALLE 19:52
GP Germania
Le pagelle: grande Verstappen, Vettel fa pace con Hockenheim. Disastro Mercedes e Leclerc
28/07/2019 ALLE 16:19