La strada che avvicina l'Italia ai prossimi Mondiali di ginnastica artistica in programma ad Aarhus (Danimarca) si fa subito in salita. Estremamente tortuoso infatti il percorso che dovrà, gioco forza, portare l'Italia almeno tra le prime 24 al mondo per superare la prima "scrematura" che porta alle Olimpiadi di Pechino 2008.
Tutto questo, purtroppo, si verificherà senza uno degli atleti di punta. All'Italia mancherà infatti l'apporto di Alberto Busnari, ancora ai box a causa dello strappo muscolare all'interno coscia che si era procurato durante il collegiale estivo. L'assenza dell'azzurro pesa tantissimo perché l'aviere di Melzo è in assoluto il miglior specialista nel cavallo con maniglie.
Le speranze italiane sono riposte quindi nell'abilità di Igor Cassina, numero uno assoluto alla sbarra, che muore dalla voglia di dimostrare di essere uscito definitivamente dal periodo nero coinciso con gli errori durante gli scorsi Mondiali e gli Europei disputati in primavera.
Mondiali Aarhus 2006
Parolari: addio Mondiali
28/08/2006 A 06:20
Nell'economia di squadra peseranno tantissimo le prove di Enrico Pozzo, jolly di questa Nazionale, cui sarà affidato il difficile compito di "farsi sentire" in tutte le specialità che saranno sei per i maschi (corpo libero, cavallo con, anelli, volteggio, parallele, sbarra) e quattro per le femmine (volteggio, parallele asimmetriche, trave, corpo libero).
Completano la lista "azzurra" maschile le presenze di Angioletti, Morandi e Coppolino, alfieri negli anelli dove la nostra Nazionale punta almeno alla finale che, però, per regolamento, potranno raggiungere solo in due.
Anche per le ragazze il tracciato verso la Danimarca è irto di insidie. Campionesse europee in carica, le Azzurre agli ordini dei tecnici Enrico Casella, Diego Pecar non potranno contare né su Lia Parolari, infortunatasi il 26 agosto nell'incontro amichevole di Trieste con la Russia, né su Francesca Benolli, oro continentale al volteggio nel 2005, che sta lavorando per riprendersi dopo il brutto incidente dello scorso anno. L'infortunio della Parolari in particolare ha compromesso non poco le speranze di podio per un'Italia che, comunque, mira ad entrare tra le prime otto.
Ci sarà, e in lei sono riposte le maggiori speranze dell'intera spedizione tricolore, Vanessa Ferrari. L'atleta della Brixia Brescia punta infatti ad un risultato storico nel concorso generale individuale, sebbene la favorita numero uno sia l'americana Liukin. Compagna di squadra della Ferrari è Monica Bergamelli che sarà un po' la chioccia della squadra. Classe 1984, Monica è l'atleta più esperta e sarà compito suo spronare le compagne e fungere da supporto morale per tutto il gruppo.
Lorena Coza, che non faceva parte dell'oro europeo ma che ha fatto vedere ottime cose nell'ultimo periodo, è il volto nuovo di questa Nazionale. Della squadra che ha trionfato agli Europei di Volos ci sono ancora la Macrì e la Giovannini. Federica punta tutto sul corpo libero; Carlotta, invece, cerca gloria nel volteggio anche se la strada per la finale non sembra essere in discesa. Completa la squadra femminile Sara Bradaschia, compagna della Macrì all'Artistica '81 Trieste.
Incontri Internazionali
Benolli, che sfortuna!
27/08/2006 A 10:16
Ginnastica artistica
Cancellata la Coppa del Mondo di Ginnastica Artistica
10/02/2021 A 14:51