Francesco Molinari ha rallentato il ritmo e con un parziale di 73 (+3) colpi e lo score di 141 (68 73, +1) è arretrato dal settimo al 21° posto, mantenendo comunque una buona posizione di classifica nel 115° US Open, il secondo major stagionale che si sta svolgendo sul percorso del Chambers Bay Golf Club (par 70), nei pressi di Washington.

Sono saliti in vetta con 135 (-5) Jordan Spieth (68 67) e Patrick Reed (66 69), che hanno un colpo di vantaggio sul sudafricano Branden Grace e su Dustin Johnson (136, -4). Al quinto posto con 137 (-3) Tony Finau, Daniel Summerhays, Ben Martin e l’olandese Joost Luiten, al nono con 138 (-2) Jamie Lovemark, J.B. Holmes e l’australiano Jason Day, che ha accusato vertigini sull’ultima buca diagnosticate da sanitari come un problema all’orecchio.

U.S. Open
Disastro Tiger Woods: perde anche la mazza
20/06/2015 A 08:19

Ha ceduto con un 74 (+4) lo svedese Henrik Stenson, 12° con 139 (-1), che era al comando con Dustin Johnson dopo un giro, e sta deludendo il nordirlandese Rory McIlroy, numero uno mondiale e grande favorito insieme a Spieth, che occupa la 44ª posizione con 144 (72 72, +4) e accusa un ritardo di nove colpi che appaiono difficilmente recuperabili.

Ancora una giornata nera per Tiger Woods, il quale all’80 (+10) iniziale ha aggiunto un 76 (+6) e ha stabilito un altro record personale negativo: non aveva mai segnato uno score così alto dopo 36 buche. E’ uscito per la seconda volta prima del tempo nell’US Open in 17 partecipazioni e ha subito il 13° taglio in carriera su 308 tornei nel PGA Tour. “Non ho fatto niente di buono”, ha detto, ma ha continuato a mostrare certezze sulla bontà del lavoro che sta svolgendo e che, secondo le sue convinzioni, lo riporterà ai livelli del passato.

Molinari ha iniziato dalla buca dieci e la sua strada si è fatta subito in salita con un bogey e al giro di boa si è trovato tre colpi sopra par per alti due errori. Ancora problemi nelle prime cinque buche di rientro quando i bogey complessivi sono diventati cinque, ma nel momento più difficile ha avuto una splendida reazione e con due birdie ha contenuto i danni. Per Woods due birdie e otto bogey. Il montepremi è di nove milioni di dollari.

U.S. Open
Tiger Woods in crisi come non mai: +15 dopo un giro
19/06/2015 A 06:53
Zozo Championship
Woods pronto a difendere il titolo nel ZOZO Championship
19 ORE FA