Una storia di chi si aggrappa alla vita come ci si aggrappa alla moto in curva quella di Luisa, docente dell’Università di Bologna e gravemente malata di cancro al seno, che ha iniziato una raccolta fondi online per tentare una cura sperimentale negli Stati Uniti. Cura che ha ridato la vita e la speranza ad altri, speranza che Luisa non ha più in Italia e in Europa, dove ha già provato tutti i trattamenti possibili.
Valentino Rossi ha fatto la sua parte, donando e mettendo all’asta per più di 8000 euro un suo casco autografato usato durante i test invernali del 2015. Una generosità che ha contagiato anche altri protagonisti delle due ruote come il team SIC58 di Paolo Simoncelli con il suo paddock, che ha offerto gadget firmati del pilota di Moto 3 Tatsuki Suzuki.

Instagram Valentino Rossi

Credit Foto Eurosport

Gran Premio del Qatar
Rossi: "Mi sono divertito ma sono preoccupato: siamo messi come l'anno scorso"
10/03/2019 A 21:18
Molti altri del mondo sportivo si sono mobilitati per sposare la causa della professoressa come Antonio Giovinazzi, pilota di Formula 1, che un mese fa aveva messo tutti in pista per una gara di solidarietà proprio per lei e la Rimini Football Club, che il 17 maggio scenderà in campo per una partita del cuore, il cui ricavato devolverà a Luisa.
Inoltre, in suo aiuto, si sono mosse moltissime persone con cui è arrivata a ottenere 200.000 euro. La quota da raggiungere sono 500.000: speriamo che grazie alla sua ampia rete di amici e sostenitori, famosi e non, riesca ad arrivare a questo traguardo.
Gran Premio del Qatar
Le pagelle: Dovizioso strepitoso, Marquez battuto ma felice. Rossi migliore delle Yamaha
10/03/2019 A 18:54
Gran Premio della Malesia
Come sta Marc Marquez? Positivo il test in moto a Portimao
17/01/2022 A 10:49