Giornata di Coppa Brema a Riccione per nuotatori e nuotatrici, impegnati fino a ieri nei Campionati italiani primaverili in vasca lunga. Stavolta lo scenario è la piscina da 25 metri e sono le migliori 16 squadre nazionali, otto maschili e altrettante femminili, ad affrontarsi nelle Finali del Campionato Nazionale riservato ai club o ai gruppi sportivi di appartenenza.
Ebbene, nell’atto conclusivo dei 200 rana donne, riservato alle compagini di prima fascia, Francesca Fangio ha stabilito il nuovo record italiano della distanza. La classe ’95 dell’In Sport Rane Rosse ha ottenuto il tempo di 2:19.17, migliorando il precedente limite nazionale di Martina Carraro, stabilito dalla ligure negli Europei di Glasgow nel 2019 (2:19.68).
Nuoto
Trials USA: quarto sigillo di Dressel e Ledecky a Greensboro
01/05/2022 A 09:16
Un incedere costante e coraggioso quello di Fangio che, dopo essere passata ai 100 metri in 1:06.40, ha concluso con il primato tricolore a precedere Benedetta Pilato (2:23.09), cimentatasi per il Circolo Canottieri Aniene in una specialità non così nelle sue corde, e Ilaria Cusinato (2:25.16), mistista/farfallista del Team Veneto asd.
Un risultato che conferma l’ottimo stato di salute della rana femminile italiana, visto quanto già era emerso nel corso degli Assoluti a Riccione.

Grazie Federica! Leggenda eterna del nuoto mondiale

Nuoto
La FINA sospende per 9 mesi l'oro olimpico Rylov perché pro Putin
22/04/2022 A 21:32
Nuoto
Paltrinieri trova il pass iridato, Martinenghi e Pilato volano
13/04/2022 A 17:25