Dalla finale di A-2 di Coppa Italia a Rimini ai campi di A-2 maschile. Il mondo della pallavolo continua a dimostrare la propria solidarietà a Lara Lugli. L’atleta, quando giocava a Pordenone in B-1, ha inviato un’ingiunzione di pagamento al club per una mensilità mai percepita. La società ha impugnato l’atto per “comportamenti che possono essere in contrasto con gli impegni assunti nel contratto”. L’atleta era incinta e qualche mese dopo ha perso il bambino. Al momento del saluto delle squadre, sia nella gara di Coppa Italia di A-2 femminile a Rimini tra Macerata e Mondovì sia su quelli di A-2 maschile (Reggio Emilia-Siena a Santa Croce-Ortona), atleti e atlete si sono schierati con il pallone sotto la maglia, come riporta La Gazzetta dello Sport. Un gesto eloquente che testimonia come gli atleti siano solidali con Lara Lugli e chiedano maggiori tutele contrattuali.
Pallavolo
Il caso della pallavolista senza stipendio perché incinta
09/03/2021 A 15:00
Pallavolo
Nazionali di pallavolo lodate da Draghi: "Che orgoglio, mesi indimenticabili"
3 ORE FA
CEV Champions League
Gironi di Champions: derby tra Perugia e Trento, Conegliano al top
25/09/2021 A 09:14