Tutta di un fiato. La Bisha-Jeddah, ultima tappa della Dakar 2022, è stata quella del trionfo finale per il britannico Sam Sunderland tra le moto. L’alfiere della GasGas ce l’ha fatta e si tratta del secondo titolo nella Maratona del deserto per lui dopo quello del 2017.
Una vittoria significativa perché è il primo con il marchio GasGas citato in un rally raid che ha saputo interpretare nei momenti difficili al meglio. Sunderland si presentava ai nastri partenza dell’ultima stage di 163 km in vetta e, come da previsione, tutto è rimasto inalterato relativamente al primato.
Il centauro britannico, in quest’ultima speciale, ha chiuso con un ritardo dal vincitore di 3’25” (nono posto di tappa). Ci ha provato in tutti i modi il leader di questa stage, Pablo Quintanilla (Honda), a far saltare il banco. I 6’52” di ritardo si sono rivelati però un passivo troppo importante da Sunderland e di conseguenza il cileno si è dovuto accontentare di questo successo parziale.
Dakar
Dakar 2023 al via il 31 dicembre: tutti i segreti del percorso
01/12/2022 ALLE 11:56
A completare il roster della top-5 nella Bisha-Jeddah sono stati l’americano Ricky Brabec (Honda) a 5″, l’australiano Toby Price (KTM) a 18″, l’altro cileno Josè Ignacio Cornejo Florimo (Honda) a 29″ e lo spagnolo Joan Barreda (Honda) a 1’13”.
Tenendo conto degli arrivi, Sunderland quindi svetta nella classifica generale con 3’57” di margine su Quintanilla e 6’47” sull’austriaco Matthias Walkner (+6’47”), ottavo quest’oggi nell’ultima tappa a 2’57” dal vincitore di giornata. Per quanto riguarda Danilo Petrucci, il pilota italiano della KTM Tech3 è giunto al traguardo con 15’35” di distacco nell’ultima recita.

Petrucci 12esimo, Gritti migliore tra gli italiani

Dakar
Sorpresa Danilo Petrucci, rinuncia alla Dakar nel 2023
24/06/2022 ALLE 13:08
Rally Raid
Petrucci: "Volevo fare tutto il Mondiale Rally Raid"
30/01/2022 ALLE 10:41