La XXXII edizione dei Giochi olimpici estivi si disputerà dal 23 luglio all'8 agosto 2021 a Tokyo, un anno dopo rispetto al programma originario a causa del rinvio dovuto alla pandemia globale del Covid-19. Saranno presenti atleti di 33 sport diversi, per un totale di 50 discipline e 339 eventi che assegneranno le medaglie. Questo è il programma completo delle gare di scherma, con i qualificati, la formula della competizione, il calendario e alcune curiosità.

Sede ed eventi

I tornei di scherma si terranno dal 24 luglio al 1° agosto 2021 al Makuhari Messe di Chiba, a sud est di Tokyo. La struttra può contenere 8000 spettatori e al suo interno si terranno anche le gare di wrestling e taekwondo. Per la prima volta sono in programma 12 eventi, di cui sei individuali e sei a squadre. La novità è il ritorno rispetto a Rio 2016 delle prove a squadre di sciabola maschile e di fioretto femminile. Ogni torneo prevede quattro fasi: preliminari, quarti, semifinali e finale.
Tokyo 2020
Vezzali e la scherma: "Tokyo non è stato un flop"
21/08/2021 A 10:04

Qualificazione

Sono 200 i posti previsti per i tornei di scherma a Tokyo. La qualificazione si basava soprattutto sul ranking stilato dalla Federazione internazionale (la FIE), aggiornato al 4 aprile 2020. Gli ultimi posti sono stati assegnati con quattro successivi tornei di qualificazione. Alle prove a squadre si qualificano i primi quattro team del ranking a prescindere dal continente più la prima squadra per ogni zona (Europa, Africa, Asia, Americhe) dal quinto e il sedicesimo posto. Alle prove individuali si qualificano in automatico i tre atleti della prova a squadre. Per ogni arma sono a disposizione 10 slot per la qualificazione individuale, riservati a quelle nazioni che non riescono a qualificare la squadra. Otto slot sono riservati al Giappone, paese organizzatore.

Calendario

24 luglio - sciabola uomini e spada donne
25 luglio - spada uomini e fioretto donne
26 luglio - fioretto uomini e sciabola donne
27 luglio - spada a squadre donne
28 luglio - sciabola a squadre uomini
29 luglio - fioretto a squadre donne
30 luglio - spada a squadre uomini
31 luglio - sciabola a squadre donne
1° agosto - fioretto a squadre uomini

L'Italia

La squadra azzurra vola a Tokyo a ranghi completi: si sono qualificate, infatti, le squadre di tutte le armi, sia al maschile che al femminile. Succede per la prima volta e solo gli Stati Uniti sono stati capaci di fare altrettanto. Di seguito i convocati. Fioretto maschile, gara individuale e gara a squadre: Andrea Cassarà, Alessio Foconi, Daniele Garozzo. Riserva gara a squadre: Giorgio Avola. Fioretto femminile, gara individuale e gara a squadre: Martina Batini, Arianna Errigo, Alice Volpi. Riserva gara a squadre: Erica Cipressa. Spada maschile, gara individuale e gara a squadre: Marco Fichera, Enrico Garozzo, Andrea Santarelli. Riserva gara a squadre: Gabriele Cimini. Spada femminile, gara individuale e gara a squadre: Rossella Fiamingo, Federica Isola, Mara Navarria. Riserva gara a squadre: Alberta Santuccio. Sciabola maschile, gara individuale e gara a squadre: Enrico Berrè, Luca Curatoli, Luigi Samele. Riserva gara a squadre: Aldo Montano. Sciabola femminile, gara individuale e gara a squadre: Martina Criscio, Rossella Gregorio, Irene Vecchi. Riserva gara a squadre: Michela Battiston.

Atleti da seguire

La russa Inna Deriglazova è stata la dominatrice del fioretto dell'ultimo quadriennio e una delle atlete da battere. Ma l'Italia c'è e può insidiare chiunque. In generale la spedizione azzurra potrà puntare con credenziali a salire sul podio con diversi atleti, rispettando le rosee tradizioni a cinque cerchi. A Rio 2016, l'Italia vinse un oro (Garozzo nel fioretto) e tre argenti (Fiamingo nella spada, Di Francisca nel fioretto ma lei sarà assente per maternità, e la spada a squadre maschile). Non è utopia puntare a un bottino del genere.

Rita Konig, Valentina Vezzali e Giovanna Trillini, Sidney 2000, Imago

Credit Foto Imago

Storia

La scherma è presente ai Giochi fin dal 1896. L'evento è femminile è stato introdotto già nel 1924 (fioretto), mentre nelle altre discipline le donne hanno debuttato decisamente più tardi (spada nel 1996 e sciabola nel 2004). Nelle ultime sei edizioni gli eventi sono stati dieci, con le prove a squadre che seguivano una turnazione che portava all'esclusione di due prove a ogni Olimpiade. Da 2020 ci sono finalmente tutte le discipline possibili. La nazione più premiata è l'Italia, che può vantare 125 medaglie: 49 ori, 43 argenti e 33 bronzi. Si tratta dello sport in cui gli azzurri hanno vinto di gran lunga più medaglie, più del doppio di ciclismo e atletica che seguono in questa classifica. L'atleta più medagliato è l'italiano Edoardo Mangiarotti: tredici, di cui 6 ori, 5 argenti e 2 bronzi, tra il 1936 e il 1960. Ma tra i cinque atleti ad esser saliti più volte sul podio in questa disciplina ci sono altri tre azzurri: Valentina Vezzali (9), Giulio Gaudini (9) e Giovanna Trillini (8).

Sport Explainer: a lezione di Scherma

Tokyo 2020
Fiorettisti in rivolta: "Cipressa incapace, ha creato disagi"
06/08/2021 A 13:10
Tokyo 2020
Sotero quinta nel ranking round di scherma, Micheli al 19° posto
05/08/2021 A 09:42