Fin dove si può spingere la sportività di una persona? Non è compito nostro stabilirlo, ma quanto ha fatto Jon Montgomery merita di essere riportato e commentato.
Venerdì il canadese ha vinto l’oro nello skeleton, portando in Canada la quarta medaglia d’oro in questa edizione delle Olimpiadi invernali, ma, a suo dire, ha festeggiato in maniera poco sportiva, applaudendosi con un’energia che, sempre a suo dire, poteva essere considerata poco rispettosa dei suoi avversari, in particolar modo del lettone Martins Dukurs, argento.
“Sono molto orgoglioso del risultato che ho ottenuto ottenuto. Mi sono allenato duramente per 7 anni per ottenere un risultato così prestigioso. Ma ho vanificato il tutto festeggiando in quella maniera quando ho visto che Martins era dietro di me di 7 centesimi. Non si fa, sembrava che avessi infilato le dita nella presa tanto ero elettrizzato. Ho dimenticato le buone maniere e il messaggio di sportività che sta dietro i Giochi”
Skeleton
Margaglio e Gaspari scrivono la storia dello skeleton: bronzi azzurro ai Mondiali
01/03/2020 A 11:34
In realtà, il gesto di Jon non ha innescato alcuna polemica, ma lui ha sentito il bisogno di andare a scusarsi con Martins Dukurs. Un gesto da molti considerato inutile.
Skeleton
Schwarzer non supera taglio al debutto a Winterberg
14/12/2018 A 14:29