Lo show dello Snooker continua al Masters! I quarti iniziano con la vittoria a sorpresa di Gilbert su Wilson, mentre il campione in carica Bingham batte Murphy e continua la difesa del titolo.

Gilbert-Wilson 6-5

Il primo quarto di finale del Masters non è stato un match spettacolare ma gli inglesi David Gilbert e Kyren Wilson hanno dato vita ad un incontro molto combattuto ed incerto che si è concluso al frame decisivo dopo ben 4 ore e 9 minuti di tempo effettivo. Ad avere la meglio è stato il numero 13 del mondo Gilbert, il quale ha trovato una certa brillantezza solo nel finale piazzando negli ultimi due frame serie da 67 e 66, le due migliori per lui nel match. In totale sono stati quattro i suoi mezzi centoni in un incontro strano, che ha visto Wilson realizzare complessivamente molti più punti del suo avversario. Escludendo gli ultimi due frame, vinti nettamente da Gilbert, Wilson si era portato infatti sul 5-4 con un parziale di 666 punti a 343, un dato inusuale anche per uno sport come lo snooker dove non sempre vince chi realizza più punti. Questo perché Wilson ha dominato i frame che si è aggiudicato, siglando anche serie da 114, 107, 80 e 60, mentre Gilbert ha avuto la meglio in tutti i frame combattuti, cosa decisamente anomala viste le caratteristiche dei due giocatori. In effetti Wilson è noto per la sua grande combattività e non a caso è soprannominato “The Warrior” (il Guerriero), mentre Gilbert è giocatore molto più elegante che solitamente ha negli aspetti caratteriali i limiti maggiori. Ma per una volta i ruoli si sono ribaltati e Gilbert, reduce da una prima parte di stagione molto negativa, è riuscito a lottare e ad aggiudicarsi questo importante match che gli vale la semifinale al Masters, la seconda su due partecipazioni dopo l’esordio dello scorso anno, anche se l’impressione è che per avere qualche possibilità contro il vincente di O’Sullivan-Higgins gli servirà molto di più di quanto messo in mostra oggi. Eliminato invece Wilson, già finalista qui nel 2018, e di conseguenza il torneo perde anche il numero 5 del mondo dopo l’estromissione, per vari motivi, dei numeri 1, 2 e 4.
Snooker
Giornata pirotecnica, avanti O'Sullivan e Higgins
14/01/2021 A 08:12

La bianca di O'Sullivan salta sopra le rosse

Bingham-Murphy 6-3

In serata Stuart Bingham ha battuto Shaun Murphy nell’altro derby inglese dei quarti di finale. Murphy si è portato sul 2-1 anche se Bingham ha dimostrato di esserci con uno splendido 133 al secondo frame, fin qui la seconda miglior serie del torneo. Da lì in poi il campione in carica ha vinto tre frame di fila grazie anche a una serie da 91 per ribaltare il risultato e portarsi sul 4-2. Murphy ha vinto il settimo frame con due mezzi centoni ma Bingham ha chiuso i conti aggiudicandosi ottavo e nono. Non è stato il match scoppiettante che ci si poteva aspettare ma a tratti Bingham ha giocato alla grande, mentre Murphy conferma di non aver ancora trovato il bandolo della matassa in una stagione fin qui molto difficile. Importante vittoria per Bingham, con tanto di dedica a favore di telecamere per la figlia Marnie Rose nel giorno del suo quarto compleanno, aprendo la manica della camicia e baciando il tatuaggio che la raffigura. Per lui in arrivo una semifinale da giocare da favorito contro il vincente di Maguire-Yan.

European Masters, Trump perentorio sulla blu

CHE COSA OFFRE LA 6ª GIORNATA? PROGRAMMA E PRONOSTICI

Nel pomeriggio il quarto di finale tra i due giocatori che hanno creato le maggiori sorprese di questo Masters, la sfida tra lo scozzese Stephen Maguire, che ha battuto Mark Selby, e il cinese Yan Bingtao, che ha avuto le meglio di Neil Robertson. Tra i due ci sono tre precedenti tutti a favore dell’esperto Maguire, ma Yan è giocatore molto giovane che deve ancora trovare una sua dimensione. Resta il fatto che se lo scozzese riuscirà a giocare come contro Selby potrebbe imporre il suo talento superiore, anche se Yan ha le caratteristiche tecniche e caratteriali per potergli fare perdere le staffe, cosa peraltro non inusuale per Maguire. I quarti si concludono in serata con il match più atteso, il grande classico tra l’inglese Ronnie O’Sullivan e lo scozzese John Higgins, due leggende viventi di questo sport. Nei nostri archivi risultano ben 66 sfide tra i due coetanei classe ’75, con 35 vittorie per O’Sullivan, 28 per Higgins e 3 pareggi. Ronnie ha vinto gli ultimi 3 scontri diretti e in generale ha mantenuto molto più alto il livello del proprio gioco rispetto allo scozzese, che sembra aver perso qualcosa dopo la delusione delle tre finali mondiali perse consecutivamente tra il 2017 e il 2019. Va detto che Higgins ha dato buoni segnali nel match di primo turno vinto con Allen commettendo però anche diversi errori, ma se O’Sullivan sarà lo stesso visto contro Ding lo scozzese dovrà ritrovare la vena dei giorni migliori per avere qualche possibilità.

Ronnie O'Sullivan chiude la serie e concretizza la rimonta

Snooker
E' il Masters delle sorprese: fuori Robertson e Selby
13/01/2021 A 07:28
English Open
Qualificazioni English Open: Yuan Sijun, perfetto colpo di copertura
17/09/2021 A 12:52