Finisce subito il torneo di Marco Cecchinato a Dubai. Nell’ATP 500 degli Emirati Arabi Uniti, infatti, il siciliano è stato sconfitto in modo molto netto (6-4 6-2) dal francese Richard Gasquet, proveniente da diversi problemi di infortuni nella fase iniziale dell’anno. Un’ora e 10 minuti la durata del match. Restano così in lizza due azzurri, Lorenzo Sonego e Jannik Sinner, il cui cammino inizierà direttamente dal secondo turno in quanto entrambi usufruiscono di un bye al primo. Il primo set vede Gasquet non partire esattamente col piede sull’acceleratore: il francese si ritrova a dover subito salvare una palla break. La buona sorte del siciliano però dura poco, peraltro con qualche occasione che si può ben definire sfumata; il transalpino gli toglie la battuta nel quinto game, non si fa aggredire sul proprio servizio e con variazioni tattiche tutte legate all’uso del suo marchio di fabbrica, il rovescio a una mano, chiude la questione in 37 minuti per 6-4.
Continua a essere più produttivo Gasquet anche a inizio di secondo parziale, dove alla terza chance arriva un secondo break, quello che gli porta il vantaggio immediato. Il francese ha anche la chance di salire sul 3-0, ma Cecchinato riesce con rapidità (e servizio) a sventare il pericolo. Il tutto è però solo rimandato di poco, con il siciliano che gioca male una palla troppo corta, perde il servizio a zero e dopo pochi minuti saluta anche Dubai.
Tennis
Sinner: "Pensavano fossi irlandese, giocherò fino a 38 anni"
05/03/2021 A 17:51
Al netto di simili percentuali di prime in campo (60%-67%), il confronto è impietoso in quanto a punti vinti con la prima e con la seconda; si tratta, infatti, di una netta prevalenza a favore di Gasquet: 93%-67% in un caso, 63%-29% nell’altro.

Cecchinato parte bene, ma McDonald rimonta: il match in 3'

Australian Open
L'Italia perde Cecchinato, Seppi, Trevisan, Paolini e Cocciaretto
09/02/2021 A 02:25
ATP, Vienna
Lorenzo Sonego e un'ascesa che nasce dalla testa
02/11/2020 A 10:52