La Grande Mela si tinge un po’ d’azzurro. Andreas Seppi vince l’ottavo contro Steve Johnson, n° 75 del ranking, con il punteggio di 7-6(4); 6-3 in 1 ora e 31 minuti. Grazie a questo risultato l’altoatesino accede ai quarti di finale dove incontrerà il vincente della sfida tra l’australiano Jordan Thompson e il n° 1 del seeding John Isner. Un match dai connotati particolari quello a cui si è assistito sul cemento americano, per l’anomalo numero di break del primo parziale (6). È stato Seppi a tenere botta meglio dal punto di vista mentale, aggiudicandosi la prima frazione al tie-break e portando poi il confronto dalla propria parte. Si ferma, invece, agli ottavi Paolo Lorenzi che è stato sconfitto da Miomir Kecmanovic con il punteggio di 6-3; 6-3 in 1 ora e 15 minuti di partita. Un match controllato agevolmente dal balcanico, che ha fatto valere la sua maggior potenza da fondo al cospetto dell’azzurro che più di tanto non ha potuto.

Cronaca

Nel primo set è il “festival del break”: Johnson è costretto a cedere il servizio, ma la situazione cambia completamente in breve tempo visti i due break consecutivi concessi dall’azzurro. Lo statunitense vola sul 4-1, ma Seppi reagisce e nel settimo game strappa la battuta al rivale. Lo scambio di cortesie prosegue senza soluzione di continuità nell’ottavo e nono gioco e l’epilogo della frazione è al tie-break. In questo caso l’azzurro trova maggior continuità nel proprio tennis, sfruttando anche gli errori dell’avversario chiudendo così il set sul 7-4.
ATP, Rotterdam
Sinner accede agli ottavi senza giocare: forfait di Albot, l'azzurro è virtualmente il 74 del mondo
12/02/2020 ALLE 11:12
Nel secondo set Seppi è più centrato e lo fa vedere nei primi due giochi, con break annesso. Ha un piccolo passaggio a vuoto, ma annulla due palle del controbreak nel terzo game. Gioca meglio l’italiano e, grazie a una buona profondità da fondo, arriva il secondo break nel sesto game. Sul 5-1 c’è un piccolo rilassamento di Seppi, che non riesce a concretizzare tre match-point, avanti 40-0, e perde ai vantaggi la battuta. Nel nono gioco, però, arriva la chiosa sul 6-3, con il tennista azzurro che chiude con 2 ace, il 70% di punti vinti con la prima di servizio, conquistando il 60% dei quindici in risposta alla seconda di Johnson.

Australian Open: Wawrinka-Seppi 4-6 7-5 6-3 3-6 6-4, gli highlights

Tennis
🎾 Poca memoria, ancor meno eleganza: il caso Seppi senza wild card
17/10/2022 ALLE 09:09
Tennis 360
La freddezza di Fabio Fognini fa la differenza contro Alexei Popyrin
23/05/2022 ALLE 15:08