Missione compiuta per Lorenzo Sonego. Il torinese (n.27 del mondo) ha vinto l’incontro valido per gli ottavi di finale dell’ATP di Sydney (Australia). Un netto 6-2 6-3 per l’azzurro contro il giovane argentino Sebastián Báez (n.95 del ranking). Un match nel quale Sonego ha gestito con autorevolezza le varie fasi, facendo calare il sipario dopo 1 ora e 21 minuti di gioco.
Una prestazione brillante per l’allievo di Gipo Arbino che continua dunque la sua avventura in questo torneo. Nei quarti di finale Sonego affronterà il russo Aslan Karatsev (testa di serie n.1). Il n.20 del ranking ha battuto il serbo Miomir Kecmanovic (n.78 ATP) per 7-5 6-4. Sarà un incontro difficile per l’italiano, considerati le qualità dell’avversario e il precedente: vittoria di Karatsev nell’ATP di Dubai dell’anno scorso per 3-6 6-3 6-4. Torneo, tra l’altro, vinto proprio dal russo.

L'esultanza di Lorenzo Sonego - ATP Sydney

Credit Foto Getty Images

ATP, Sydney
Sonego si ferma ai quarti: Karatsev prevale in 3 set
13/01/2022 A 08:19
PRIMO SET – La fase di studio tra i due si esaurisce dopo il quinto gioco. L’italiano, infatti, dal game successivo cambia decisamente marcia, infilando una serie di tre giochi consecutivi. Un netto 6-2 nel quale le risposte profonde di Sonego sono le armi per archiviare la frazione in proprio favore.
SECONDO SET – Il canovaccio del confronto non cambia. Il n.27 ATP ha un chiaro vantaggio nello scambio e le due palle break nel secondo gioco lo stanno a confermare. Lo strappo decisivo, infatti, c’è nel sesto game quando, ai vantaggi, l’azzurro piega la resistenza dell’argentino. Senza concedere opportunità di recupero, Sonego conclude sul 6-3 le proprie fatiche.
STATISTICHE – Da considerare in casa Italia i 6 ace del classe ’95 a cui vanno associati l’84% di punti vinti con la prima di servizio e il 71% con la seconda. Alta anche la resa in risposta, come detto, considerato il 48% di quindici ottenuti rispetto alla prima in battuta di Baez.

Niente da fare per Fognini: Nakashima avanza dopo due tie-break

E’ terminata negli ottavi di finale l’avventura a Sydney (Australia) di Fabio Fognini. Il ligure (n.36 del ranking) si è dovuto arrendere allo statunitense Brandon Nakashima (n.68 del ranking), impostosi per 7-6 (7) 7-6 (8) in 1 ora e 59 minuti di partita. Due tie-break hanno condannato l’azzurro, in un incontro nel quale alcuni errori ‘sanguinosi’ sono costati caramente al tennista di Arma di Taggia.
Nel match Fognini non ha trovato la continuità giusta nei turni in battuta, specie nei momenti di grande tensione. In questo aspetto Nakashima si è rivelato superiore e ha conquistato così l’accesso ai quarti di finale dove affronterà il connazionale Reilly Opelka (n.25 del ranking), uscito vittorioso dal confronto con l’australiano Jordan Thompson (n.73 ATP) per 6-3 6-2.
PRIMO SET – Fognini parte bene, strappando il servizio all’avversario e avendo l’opportunità di allungare. Il fondamentale della battuta non lo asseconda e così, a zero, concede il contro-break immediato. Si prosegue on serve, con Fabio però costretto ad annullare due palle break in totale nel sesto e ottavo game prima di giocarsi il tutto per tutto al tie-break. Una strenua lotta tra i due con il ligure che alza bandiera bianca sul 9-7.
SECONDO SET – L’avvio è ad handicap per il n.36 ATP, visto il break ottenuto da Nakashima. La reazione dell’italiano c’è e nel quarto game si torna in parità (2-2). La frazione si sviluppa in maniera similare alla precedente, con Fognini sempre obbligato a consumare qualche energia in più nei propri turni in battuta. Si arriva al tie-break nuovamente e purtroppo Fabio ha di che rammaricarsi visti i tre set-point sprecati, prima della resa sull’8-6.
STATISTICHE – I numeri sorridono a Nakashima, superiore nel computo degli ace (7-5) e dell’efficienza al servizio: 70% di punti vinti con la prima e il 71% con la seconda rispetto al 66% e al 51% di Fognini. Da questo punto di vista anche la risposta dell’americano ha avuto un rendimento migliore: 36% dei quindici ottenuti rispetto alla seconda dell’azzurro, mentre il nostro portacolori si è attestato sul 29%.

Fognini colpisce il nastro e perde la testa: racchetta demolita

ATP, Sydney
Fognini inizia bene il 2022: Altmaier ko e ottavi raggiunti
10/01/2022 A 12:10
ATP, Sydney
Sonego agli ottavi, Travaglia rientra come lucky loser
10/01/2022 A 08:16