"Così ha tutto un altro sapore: c'è più gusto a vincere al quinto". Dice così Fabio Fognini al termine della seconda faticaccia Down Under. Altri cinque set, altro super tie-break: stesso risultato in mezzo a due partite diversissime. C'è stata la rimonta del giorno dopo per piegare il gigante Opelka. Viene il ritorno del fante Thompson dopo due parziali a tinte Fognini.

Australian Open: Fognini-Thompson 7-6 6-1 3-6 4-6 7-6, gli highlights

Un set (il primo) per registrare i colpi contro un giocatore atipico come Jordan Thompson, tennista di Sydney classe 1994, numero 66 della classifica ATP, baffo poliziesco e grande footwork con un’ottima difesa della rete. Un parziale (il secondo) dominato per qualità di palleggio, aggressivo fin dalla risposta per schiacciare Thompson negli angoli. Un set, il terzo, che sembrava la copia del secondo con 2 palle break nel game iniziale e s’è invece dannattamente complicato, trasformando la MCA in un campo di Coppa Davis. Quella bella.
Australian Open
Order of play e programmazione tv del Day 4 degli Australian Open 2020
22/01/2020 A 13:47

Fabio Fognini of Italy walks onto court ahead of his Men's Singles second round match against Jordan Thompson of Australia on day three of the 2020 Australian Open at Melbourne Park on January 22, 2020 in Melbourne, Australia.

Credit Foto Getty Images

Fabio Fognini è fatto e ce lo teniamo così: indolente e spettacolare, umorale e vincente. Ha affossato il dritto in rete sventagliando rovesci in corridoio per tutto il primo set. Ha incantato Melbourne nel secondo ricamando i punti più belli della partita, rispondendo agli avanzamenti avversari con dolcissimi voli incrociati. È sparito dal match nel terzo e perso il quarto di pura perecentuale. Ha avuto 4 match-point prima di un super tie-break con i colpi scarichi a centrocampo, ad aspettare che Thompson sbagliasse con gli occhi persi verso la sua "bolgia".

Orecchie tese e urlo liberatorio, Fabio Fognini batte Thompson dopo una maratona ed è incontenibile

Ha vinto punti bellissimi e segnato 77 errori non forzati da Thompson, che ha fatto il resto con il suo record (aggiornato) di 35 tie-break persi su 52 giocati. Avanti così, di croce e delizia con Guido Pella (6-1 6-4 3-6 6-3 a Barrere), che rimembra un'altra dolcissima vittoria al quinto "in trasferta": era la terra di Buenos Aires che consegnò all'Italia i quarti di finale di Coppa Davis. Forse fu quel giorno che Fognini ci ha preso gusto.

Fognini al pubblico “Mi dispiace avervi fatto far tardi, ma vincere così è più dolce”

https://i.eurosport.com/2020/01/20/2757271.jpg
Australian Open
Troppo Fucsovics per Sinner: l'azzurro cede in tre set, ma saluta Melbourne a testa alta
22/01/2020 A 05:44
Australian Open
Brady batte Muchova e vola alla sua prima finale slam contro Osaka
18/02/2021 A 06:49