Sofferenza e determinazione. Gianluca Mager centra l’obiettivo e pur senza brillare conquista l’accesso al secondo turno dell’ATP di Delray Beach (Stati Uniti). Sul cemento della Florida il tennista italiano ha sconfitto la wild card statunitense Ryan Harrison (n.481 del ranking, n.40 del mondo nel 2017) con il punteggio di 3-6 6-1 6-4 in 1 ora e 56 minuti di partita. Un match estremamente lottato nel quale il merito dell’italiano è stato quello di rimanere sempre in partita, trovando in corso d’opera le soluzioni per far male all’avversario. Mager, dunque, attende nel prossimo incontro il vincente della sfida tra i due americani Sam Querrey (n.56 ATP), testa di serie n.6, e Mackenzie McDonald (n.194 del ranking).
PRIMO SET – L’avvio non è dei migliori per l’azzurro. Il rendimento al servizio non lo supporta e le due palle break concesse nel secondo game sono un chiaro campanello d’allarme. Il break, infatti, arriva nel sesto gioco, quando Harrison trova grande profondità nei suoi colpi e strappa il servizio all’italiano. Avanti 4-2, l’americano gioca in scioltezza al cospetto di un Mager troppo falloso e scarsamente incisivo. Sullo score di 6-3, dunque, il tennista degli States archivia la pratica sul 6-3, forte del 79% dei punti vinti con la prima di servizio e del 64% con la seconda.
ATP, Winston-Salem
Gianluca Mager va ko con Jan-Lennard Struff con un doppio 6-2
25/08/2021 A 05:23
SECONDO SET – L’azzurro cambia approccio e cerca di imprimere maggior peso alla sua palla, anche se a volte manca di continuità. Di fatto Mager è costretto ad annullare in apertura due palle break, ma poi le sfrutta nel gioco successivo per portarsi in vantaggio 2-0. Le occasioni fioccano da una parte e dall’altra, ma il ligure ha il merito di essere più concreto nelle fasi decisive. Arriva così il secondo break e a zero conclude la frazione sul 6-1, con 4 ace all’attivo, il 74% dei quindici ottenuti con la prima di servizio e il 73% in risposta contro la seconda in battuta del rivale.
TERZO SET – Nel terzo e decisivo parziale il n.101 del mondo trova un pertugio nella difesa di Harrison nel quinto game, ottenendo un break importante. Il nostro portacolori, infatti, con le unghie e con i denti si tiene stretto quel vantaggio, annullando ben sei palle del controbreak nel decimo game, e capitalizzando il secondo match-point al termine di un gioco infinito dal livello di tensione molto alto. Il tennista del Bel Paese conclude quindi con 9 ace totali, il 70% dei servizi in campo, da cui ha raccolto il 77% con la prima prima. Importante in questo senso la percentuale di palle break annullate, pari al 92%.
ATP, Umag
Mager, troppe pause: Altmaier ne approfitta e vola ai quarti
22/07/2021 A 19:34
Wimbledon
Mager lotta, ma Kyrgios non fa sconti: tre azzurri al 3° turno
01/07/2021 A 16:14