Un giocatore in fiducia e nel suo miglior momento della carriera. E’ questa la scheda da compilare vicino alla voce ‘Federico Delbonis’, tennista argentino classe ’90, attuale n°51 del mondo, giustiziere oggi senza storia di una delle tante speranze azzurre in questo Roland Garros: Fabio Fognini.

Fognini fa mea culpa: "Sono stupido e mi complico la vita"

Non c’è stata storia, nel punteggio finale. E non c’è quasi mai stata partita. O meglio: quando c’è stata, a sprazzi, nell’inizio del primo e nell’inizio del secondo set, a prendersi i punti più importanti è stato appunto Delbonis. Si è arreso così a una giornata ‘no’ Fabio Fognini, tradito dalle condizioni meteo – oggi campi e palle molto pesanti per via della pioggia caduta nella notte e nel corso della partita – ma anche e soprattutto dal proprio rovescio, colpo “della casa” oggi in versione decisamente troppo ballerina. E così, Delbonis, ha quasi avuto vita più semplice del previsto.
Roland Garros
Zverev e Medvedev volano; Davidovich vince una maratona
04/06/2021 A 14:43

"C'è una discoteca?" Rumore sugli spalti, subito Fognini show

Sì perché l’argentino, leader stagionale delle partite vinte sulla terra rossa – 19 a livello di tour con quella odierna, una in più di Tsitsipas impegnato più tardi nel corso della giornata – ha fatto vedere come i bei risultati di Monte Carlo (secondo turno con Nadal), Madrid (ottavi con Berrettini), Roma (quarti con Opelka) e la semifinale di Belgrado non fossero frutto del baso. Ha servito in maniera eccellente Delbonis, ma soprattutto ha sbagliato pochissimo. O meglio: quasi niente, almeno quando contava.

Furia Fognini: si infortuna alla mano dando pugni alla racchetta

Cosa che non è riuscito a fare Fognini, che questa partita l’ha persa colpendo un totale di 54 errori non forzati in 3 parziali senza nemmeno un tie-break o un long set: troppi.
Un match girato soprattutto a inizio secondo set, quando dopo aver perso il primo set per 6-4, Fognini è incappato nella situazione peggiore: un game perso al primo turno di servizio da 40-0 avanti. Lì Fabio ha avuto un totale di 9 chance complessive per chiudere un game durato quasi un quarto d’ora, ma tradito da un gioco troppo falloso ha dato il là a Delbonis. E poi il turno successivo dell’argentino, durato altri 8 minuti, in cui Fognini non ha sfruttato 3 palle del controbreak immediato. Da lì, notte fonda.
Nemmeno l’interruzione per pioggia di 30 minuti chiamata dopo il 6-1 a favore dell’argentino ha permesso a Fognini di riordinare le idee, di farsi più solido, di trovare un qualche tipo di soluzione in risposta. Al rientro, infatti, il parziale è stato di 12 punti a 2 Delbonis. Un 3-0 che ha spento così, a quel punto, le già residue speranze di Fognini di tornare in partita.

Fognini-Delbonis in 3': l'azzurro saluta Parigi al terzo turno

Delbonis centra così il miglior risultato in carriera al Roland Garros, con l’ingresso nella seconda settimana a suggellarne in qualche modo il grande momento di forma. Fognini, di contro, abbandona un torneo che forniva un tabellone insidioso sì, ma non certamente impossibile. L’Italia perde uno dei suoi principali protagonisti. La buona notizia però, a differenza del passato, è che può guardare anche altrove.

Fognini, occasioni come queste potrebbero non passare più

Tokyo 2020
I qualificati dell'Italia a Tokyo da Berrettini a Sinner
16/06/2021 A 16:21
ATP, Londra
Fabio Fognini supera Lu e la rabbia: esordio ok al Queen's
15/06/2021 A 18:02