New York resta città indigesta a Simona Halep. Non c’è buon avvicinamento o buone sensazioni che tengano: quando arriva a Flushing Meadow, la romena, spesso, si perde. In tutta la lunga – e pregevole – carriera la Halep agli US Open ha ottenuto solo un quarto di finale e una semifinale. Pochino, a fronte di una giocatrice capace di vincere il titolo a Parigi e Londra e si farsi spesso valere anche a Melbourne. Saranno le palline, saranno le condizioni di caldo particolarmente umido, ma la Halep è riuscita a farsi sorprendere oggi dalla qualificata ucraina Daria Snigur. Un’autentica impresa quella della numero 124 al mondo Snigur, che al termine del suo 6-2 0-6 6-4 con cui batteva la Halep rimaneva emozionata e senza parole per l’intervista in campo: Snigur infatti non solo non mai aveva mai battuto una Top20 in carriera, ma nemmeno ci aveva proprio mai giocato. Riuscire allora a sconfiggere la Halep, fresca vincitrice del WTA 1000 di Toronto e n°7 del mondo, è un’autentica impresa per la giocatrice ucraina, che al termine del suo match ha poi anche indicato col cuore la piccola spilletta con la bandiera della sua nazione. E’ questo il risultato più sorprendente fin qui della giornata nel tabellone femminile. Snigur dunque che vola al 2° turno contro Frech o Marino e US Open che perde una delle principali protagoniste con ambizioni da titolo.

L'upset della prima giornata: Snigur elimina Halep. Gli Highlights

Bene Gauff e Garcia, fuori Kasatkina

US Open
Pagellone US Open: benvenuto re Carlo(s), addio regina Serena
12/09/2022 ALLE 11:05
Decisamente meglio Carolina Garcia, che fresca di titolo a Cincinnati ha proseguito con grande facilità la sua corsa. Ottimo l’esordio della francese, brava a regolare per 6-2 6-4 la russa Kakhimova: per Garcia arriva la 27esima partita vinta delle ultime 31 giocate, frutto di un’estate e di un periodo davvero esaltanti per lei. Al secondo turno un’altra russa: Kalinskaya.

Garcia supera Rakhimova in due set: gli Highlights

Il quarto tentativo invece è quello buono per Coco Gauff, che finalmente vince un match sul centrale. Contro la francese Jeanjean, favola al Roland Garros, la Gauff mette in scena una gran prestazione al servizio e regola con grande sapienza – molta, per una ragazza solo 18enne – un’avversaria comunque scomoda in avvio partita: 6-2 6-3 il punteggio. Sfiderà la romena Ruse.
Chi ha faticato un po’ di più è stata la testa di serie n°3 Maria Sakkari. La greca però trovava un’avversaria scomoda come la semifinalista a Wimbledon Tatjana Maria. La tedesca era andata avanti 4-1 nel primo set e nonostante la rimonta subita, aveva poi vinto il secondo set. Sakkari però ne è uscita alla distanza: 6-4 3-6 6-0 il punteggio. Ora Wang.

Sakkari soffre più del dovuto ma elimina Maria in tre set: gli Highlights

Avanti anche Bianca Andreescu. Vincitrice qui nel 2019, Andreescu non si è mai più espressa negli slam a quel livello. La canadese però parte bene con il giustiziere di Serena Williams a Wimbledon, ovvero la francese Harmony Tan. Andamento strano, ma in sostanza sempre di controllo per Andreescu: 6-0 3-6 6-1 il punteggio. Ora un secondo turno super interessante: trova la brasiliana Haddad-Maia, giustiziere 6-0 6-0 dell’ex Top20 Konjuh.
L'altra grande caduta così insieme a quella della Halep è quella della testa di serie n°10, Daria Kasatkina. La russa si fa sorprendere dalla britannica Hariett Dart, che trova una vittoria prestigioso: 7-6, 1-6, 6-3.

Serena, un addio complicato: tra emozioni e tempo che passa

US Open
Snigur elimina Halep: rivivi il match-point dell'ucraina
29/08/2022 ALLE 21:24
Wimbledon
Pagellone Wimbledon: 'Djokovic 7,' il ritorno. Kyrgios "il genio"
11/07/2022 ALLE 10:33