E’ sfumato dopo una epica finale contro Novak Djokovic il sogno di Roger Federer di conquistare il nono titolo di Wimbledon della carriera. 38 anni da compiere il prossimo 8 agosto, l’elvetico rimpiange due match-point non capitalizzati nel corso del quinto e decisivo set sull’8-7 e 40-15.

Dopo una maratona di 4 ore e 55 minuti (il più lungo atto conclusivo mai disputato nello Slam londinese), Federer non ha nascosto una enorme amarezza, consapevole di aver visto sfumare, probabilmente, una delle ultime grandi occasioni per alzare ancora una volta il trofeo.

Wimbledon
Wimbledon: cambia la formula del seeding per il 2021, premi in denaro ai "qualificati" del 2020
10/07/2020 A 13:57
Finale da ricordare? Io cercherò di dimenticarla. E’ stata una grande partita, è stata lunga, ma devo essere soddisfatto della mia performance. Devo farmi le congratulazioni

Federer non ha nascosto l’orgoglio per aver disputato una partita ed un torneo straordinari a dispetto dell’età:

Spero di avere dato ad altri la possibilità di credere che a 37 anni non è tutto finito. Adesso devo recuperare, però sono ancora in piedi. La mia famiglia è orgogliosa? Non saranno contenti magari del piatto…

Restano dunque 20 i titoli del Grande Slam conquistati in carriera dal fuoriclasse nativo di Basilea. Un record assoluto che rischia di venire ben presto insidiato da Rafael Nadal e Novak Djokovic, distanti rispettivamente due e quattro lunghezze. Il serbo, pur non più giovanissimo (classe 1987), può inoltre contare su un vantaggio anagrafico nei confronti dei rivali storici.

Wimbledon
Il rovescio della medaglia: le 10 partite più belle della storia di Wimbledon da Borg a Federer
09/07/2020 A 13:09
Wimbledon
Becker-Edberg in coro: "A Wimbledon 2019 la finale più bella di sempre, ma non ha vinto il migliore"
09/07/2020 A 13:06