Caroline Wozniacki b. Venus Williams 6-4, 6-4

Ha giocato il miglior tennis di queste Finals, travolgendo la Svitolina e la Halep e sfoderando due set di straordinario atletismo, ieri, contro Karolina Pliskova. Ex-numero 1 senza regno, giocatrice da anni trascurata per la sua "docile" tenuta mentale, sconfitta due volte in finale agli US Open (2009 e 2014) e 7 anni fa al Masters, reduce da una stagione di 6 amari epiloghi persi a ogni latitudine: Doha, Dubai, Miami, Eastbourne, Bastad, Toronto. S'era sbloccata a Tokyo e trionfa finalmente a Singapore nel giorno dell'addio di Martina Hingis, premiata da Chris Evert e Kim Clijsters con la coppa titolata a Billie Jean King, battendo Venus per la prima volta in carriera. Oggi Caroline Wozniacki ha il diritto, anzi il dovere di sentirsi grande.

WTA Finals 2017, SF: Caroline Wozniacki b. Karolina Pliskova

Credit Foto Getty Images

Tennis
Martina Hingis, magnifica ossessione: l'ultimo addio della grazia del tennis
29/10/2017 A 09:58
Inversamente proporzionale il destino di Venus Williams, magnifica interprete di un anno dei miracoli senza impresa finale. L'americana ha rovesciato a 36 anni ogni più comune aspettativa, sopravvissuta a quattro generazioni di tenniste sconfitte. Anche il terzo epilogo però, perso il Sister Act di Melbourne con Serena e la finale di Wimbledon con la Muguruza, è un applauso elegante alla campionessa avversaria. Reduce da una maratona di 3 ore con la Ostapenko, la rivincita con la Muguruza e una dura rimonta sulla Garcia, Venus non poteva partire coi favori del pronostico su questa superficie di indoor lento, costretta alla ricerca della palla contro la velocissima Wozniacki, maestra della difesa.
La tennista di Odense ha poi svelato a Singapore un lucidissimo servizio esterno da sinistra, che anche oggi le ha permesso di vincere nettamente i suoi game fino a 6-4, 5-0. Nel primo parziale, la Wozniacki ha dettato i ritmi del rally e s'è presa nell'ottavo game il break decisivo con un bellissimo cambio lungolinea. Quando poi il secondo c'era sembrato un set di resa della Williams, ecco sfiorato il "solito" psicodramma da circoletto rosa: Venus vince 4 game consecutivi e cancella il primo match-point con il colpo del torneo: un passante in cross strettissimo sull'attacco a rete della Wozniacki. Non basta: Singapore è il torneo della danese che vince 6-4, 6-4 in un'ora e mezza di grande finale vintage. Che si conservino entrambe fino a Melbourne e tutto un nuovo anno di tennis alla ricerca della sua regina.
WTA Finals
Venus Williams contro Caroline Wozniacki: la finale è vintage!
28/10/2017 A 14:23
Australian Open Femminile
Venus contro Serena: il nono Sister Act è del miracolo o della leggenda
27/01/2017 A 18:54