Francesca Schiavone lotta fino alla fine, ma questa volta deve rinunciare al titolo. Dopo Bogotà, non le riesce la doppietta a Rabat: in finale perde contro Anastasia Pavlyuchenkova con un doppio 7-5, nonostante il buon gioco espresso e la grande combattività.
Con una vistosa fascia lombare applicata sopra la maglia del completino, Francesca Schiavone affronta la finale con il giusto piglio e si porta subito in vantaggio di un break sul 2-1. L’andamento del match fa ben sperare, ma pian piano l’avversaria prtende fiducia, comincia a far spostare la Leonessa milanese e soprattutto tira forte. Nell’ottavo game arriva quindi il controbreak e le due viaggiano alla pari fino al 12° game, quando Francesca serve per restare nel match, ma la russa le strappa battuta e parziale: 7-5.
WTA, Madrid
Roberta Vinci torna finalmente alla vittoria, fuori subito Sara Errani
06/05/2017 A 11:32
Il buon momento della Pavlyuchenkova continua a inizio set successivo, quando vola subito sul 2-0, ma la reazione della Schiavone è immediata e ottiene il controbreak a zero per poi confermarlo e portarsi sul 2-2. Nel game successivo spreca addirittura la possibilità di strappare il servizio all’avversaria e da lì si procede senza break. Sul 5-5, ancora una volta Francesca spreca l’opportunità di strappare il servizio all’avversaria e di nuovo, come nel set precedente, quando sul 6-5 per la russa va a servire per restare nel match, concede il break decisivo. Chiusura sul match point nel peggiore dei modi: con un doppio fallo.
Peccato, perché il match è comunque bello e divertente e con un po’ di precisione in più il titolo dopo quello di Bogotà era alla portata dell’azzurra.
WTA, Rabat
Schiavone rullo compressore: dopo Bogotà è ancora in finale!
05/05/2017 A 17:08
WTA, Rabat
Schiavone rullo compressore: dopo Bogotà è ancora in finale!
05/05/2017 A 17:08