Nelle ultime settimane si è vociferato tantissimo riguardo alla presunta velocità di punta di Team New Zealand. Secondo alcune indiscrezioni, il Defender della America’s Cup avrebbe toccato i 60 nodi in allenamento (per alcuni si sarebbe spinta fino a 62). Rumors che hanno fatto molto discutere in vista dell’attesissimo match race contro Luna Rossa in cui verrà messa in palio la Vecchia Brocca (non si incomincerà prima di mercoledì 10 marzo, il calendario ufficiale deve essere ancora comunicato).
Lo skipper Glenn Ashby ha voluto fare chiarezza in un’intervista concessa a 1News e ha smentito queste voci: "60 nodi sono delle chiacchiere da banchina (l’equivalente del comune chiacchiere da bar, ndr.). Non sappiamo esattamente quanto siamo veloci e lo scopriremo probabilmente nella prima regata. Su questi 60 nodi si sta calcando un po’ la mano. Una volta in un film dicevano ‘Digli che sta sognando’, ecco succede proprio questo con i 60 nodi".
America's Cup
L'alfabeto della vela: le parole da conoscere per tifare Luna Rossa
03/03/2021 A 14:06
L’esperto velista ha puntualizzato: "Le barche stanno decisamente diventando più veloci e ci stiamo spingendo oltre i confini, ma si va a poco più di 50 nodi". Te Rehutai è stata sostanzialmente umanizzata con queste dichiarazioni del suo skipper, uno degli uomini a bordo dell’imbarcazione timonata da Peter Burling. Oppure si tratta di un bluff? Team New Zealand ha puntato tanto sulla velocità di punta, ma staremo a vedere se questa sarà l’arma vincente contro Team Prada Pirelli che ha dalla sua una maggiore manovrabilità e importanti doti in virata.

Da "Siamo Italiani" a "Po-po-po": Luna Rossa tricolore

America's Cup
Quando sarà la prossima America's Cup? Luna Rossa presente
27/04/2021 A 20:29
Vela
Camboni vince la Medal Race ed è argento ai Mondiali RS:X
27/04/2021 A 15:51