Sara Fantini era la grande favorita della vigilia nel lancio del martello agli Europei 2022 di atletica leggera. Dopo il quarto posto ai recenti Mondiali, l’azzurra si presentava a Monaco con tutte le carte in regola per conquistare la medaglia d’oro, forte anche del record italiano siglato a metà giugno a Madrid (75.77 metri), e non avrebbe nemmeno dovuto strafare per salire sul gradino più alto del podio, ma purtroppo l’emiliana non aveva nella braccia la rasoiata necessario per imporsi.
La 24enne ha spedito l’attrezzo a 71.58 metri proprio in occasione dell’ultimo tentativo, dopo il 71.51 in apertura, e ha così messo le mani sulla medaglia di bronzo. Si tratta comunque di un risultato di spessore per la nostra portacolori, ormai una splendida realtà a livello internazionale, anche se c’è un po’ di rammarico per non essere riuscita a fare saltare il banco. Per fare suonare l’Inno di Mameli sarebbero serviti i 72.72 metri che la rumena Bianca Florentina Ghelber è riuscita a trovare all’ultima prova dopo il 72.22 iniziale.
Europei di Atletica
Abdelwahed positivo al Meldonium! A rischio l’argento l'Europeo
10/09/2022 ALLE 17:06
Sara Fantini ha chiuso anche alle spalle della polacca Ewa Rozanska, capace di tuonare un 72.12 all’ultimo assalto dopo il 71.63 della prima prova. La nostra portacolori ha avuto la meglio sull’azera Hanna Skydan (70.88), sulla finlandese Silja Kosonen (69.45) e sull’ucraina Iryna Klymets (69.18). Si tratta comunque della prima grande medaglie internazionale tra le grandi per l’emiliana, consapevole che oggi poteva e doveva fare di più.

Jacobs, un 2022 da incubo: dal virus di Nairobi al forfait a Eugene

Europei di Atletica
Il coach di Jacobs attacca: "Marcell non tutelato, mi sento tradito"
22/08/2022 ALLE 11:31
Europei di Atletica
Vallortigara non supera 1.90 e chiude 9ª oro a Mahuchikh
21/08/2022 ALLE 21:45