Dolomiti Energia Trentino - Partizan Belgrado 69-54

Vittoria fondamentale della Dolomiti Energia Trentino che supera Vittoria fondamentale della Dolomiti Energia Trentino che supera 69-65 il Partizan Belgrado nel Round 5, conserva l'imbattibilità casalinga nelle Top 16 (tre su tre) e si porta al comando del gruppo F con un record di 3-2, al pari del Boulogne Metropolitans, sconfitto in casa dalla Lokomotiv Kuban, prossimo e ultimo avversario dell'Aquila. In chiave playoff la situazione è equilibratissima, c'è il rischio che tutte le squadre arrivino con un bilancio identico e quindi potrebbe essere determinante la differenza canestri. Quello che conta però è il successo col Partizan contro cui Trento aveva perso con 28 puntidi scarto a Belgrado nella prima giornata di Top 16: la squadra ora allenata da Lele Molin non è certo al meglio della forma, visto che in campionato cavalca una striscia di otto sconfitte, ma riesce a fare la differenza con una gran difesa nei due quarti centrali (39-17 il parziale) e ha tre trascinatori evidenti come Jacorey Williams, 16 punti, Gary Browne, 13, e Victor Sanders, 10. Viceversa il Partizan, arrivato a Trento senza Mosley, Mika e Velickovic, paga le 18 palle perse, il disastroso 21 su 60 al tiro, e non ha sostanzialmente nulla ad eccezione dei 17 punti dell'ex sassarese Rashawn Thomas.
EuroCup
Difesa e campioni: la Virtus Bologna insegna l'arte della rimonta
03/03/2021 A 12:22
La gara della BLM Group Arena vede il Partizan Belgrado partire meglio, grazie alle triple, e portarsi sul 18-12. La Dolomiti Energia tampona con Forray per il -4 del 10', poi nel secondo periodo ribalta con Ladurner e Maye, e arriva sul 23-19. I serbi ci mettono oltre 5' a segnare un canestro con Thomas per il -2, poi Jankovic sorpassa per il 28-27 ma all'intervallo è Trento a guidare sul 29-28 con un canestro di Williams. Margine risicato ma importante, al netto dell'1 su 9 da tre.
Nella ripresa è un'altra gara, totalmente: l'Aquila serra le maglie in difesa, produce un break di 10-0 con Martin e Maye, poi Sanders e Browne insaccano due triple siderali ai 24" per il +10 sul 45-35. Il Partizan è alle corde, Trento prosegue nella sua inerzia e vola fino al +18, 54-36, di fine terzo quarto col canestro sulla sirena di Morgan, una tabellata con passo e tiro dalla media. In avvio di ultimo quarto la formazione di Molin si rilassa un po' e il Partizan ne approfitta per piazzare un 7-0 e tornare a -11. La squadra serba però non rimonta ulteriormente perchè la Dolomiti Energia torna a segnare con Williams e Browne per il nuovo +18, poi sono Martin e Sanders in contropiede a fare +21 sul 69-48 e dunque a chiudere il discorso.
La Dolomiti Energia domenica in campionato giocherà ancora in casa alle ore 17 contro la capolista Olimpia Milano, poi mercoledì prossimo, 10 marzo, alle 17.30 sarà di scena a Krasnodar, in Russia, nell'ultimo Round delle Top 16, per sfidare la Lokomotiv Kuban, battuta all'andata 96-84.
  • Trento: Martin 8, Jovanovic ne, Pascolo ne, Conti ne, Browne 13, Forray 3, Sanders 10, Mezzanotte, Morgan 6, Williams 16, Ladurner 4, Maye 9. All. Molin.
  • Partizan: Zagorac 2, Paige 5, Dangubic 8, Stefanovic, Jaramaz 7, Perkins 5, Jovanovic ne, Jankovic 7, Radovanovic ne, Thomas 17, Trifunovic 3. All. Filipovski.
* * *

RIGUARDA TRENTO-PARTIZAN IN VOD (CONTENUTO PREMIUM)

Premium
Basket

Dolomiti Energia Trentino - Partizan

02:03:40

Replica
EuroCup
Rimonta pazza a Lubiana! La Virtus blinda il primato nelle Top 16
02/03/2021 A 21:41
Serie A
Sassari piega Trento e resta in corsa per la Final Eight
12 ORE FA