Due su due e strada spianata verso la "finale" contro la Germania. Dopo aver piegato in maniera agevole la Tunisia nel match d'esordio della Supercup di Amburgo, l'Italia supera anche la Repubblica Ceca con un parzialone di 47-24 nei due quarti centrali e immagazzina una quantità importante di chimica e fiducia in vista dell'appuntamento con il torneo preolimpico di Belgrado.
Nonostante un roster ancora in via di definizione (le convocazioni ufficiali saranno diramate soltanto lunedì prossimo in occasione del raduno di Milano) e le assenze di Michele Vitali e Raphael Gaspardo, la squadra gioca un basket godibile, moderno, rapido e di movimento, con ottime spaziature in attacco e capacità di creare situazioni pericolose sia dal palleggio che sull'arco, grazie alla presenza di tanti lunghi (o mezzi lunghi) tiratori. Solida anche la metà opposta, quella difensiva, che, dopo aver forzato 21 palle perse nel match vinto contro la Tunisia, ne provoca altre 13, sanguinosissime, nel solo primo tempo contro i cechi (17 alla fine), costretti a lunghi tratti di siccità totale a cavallo tra secondo e terzo periodo.

Il primo guizzo di Nico Mannion contro i cechi

Torneo preolimpico
Supercup di Amburgo: Italia-Repubblica Ceca LIVE
19/06/2021 A 14:56
Come nella partita d'esordio, sono ancora Achille Polonara e Stefano Tonut a vestire i panni dei leader offensivi, specchio perfetto delle loro splendide stagioni a livello di club: 16 punti a testa arrivati in modo molto simile, con alternanza di conclusioni dall'arco e penetrazioni centrali di forza per punire mismatch o close-out errati generati dall'ottima circolazione di palla in attacco. Positiva anche la regia di Nico Mannion, cavalcato a lungo nella prima metà di gara e capace di creare una lunga serie di situazioni pericolose dal palleggio: nonostante un inusuale 0/7 dall'arco, arrivano comunque 14 punti, raccolti in gran parte in lunetta (8/8) grazie a un primo passo bruciante in penetrazione.
Buono, in alternanza con Mannion, l'apporto dalla panchina di Marco Spissu (9 punti con tre triple) e Michele Ruzzier (6), solido il lavoro di Leo Candi, super-collante nella metacampo difensiva, e interessante l'alternanza dei lunghi: al dominio tattico di Nicolò Melli (8+5 rimbalzi e +21 di plus/minus in 23 minuti) si affiancano l'atletismo di Nikola Akele (4+3 rimbalzi) e un Mouhamet Diouf molto più concreto rispetto all'esordio, macchiato, com'era anche normale che fosse, da un eccesso di carica emotiva (6 punti e 3 rimbalzi in 16' dalla panchina).

Gran giocata di Melli, poi arriva Diouf a correggere

Come detto, la partita si risolve a cavallo dell'intervallo lungo, quando l'Italia costruisce un grosso break fatto di difesa e timing perfetto in attacco per balzare sul +25 in due occasioni (60-35 al 24' e 69-44 al 29'): fanno la differenza il gran numero di palle perse avversarie e la capacità degli Azzurri di correre e punire su ogni extra-possesso. Le 11 triple, arrivate a folate su un numero comunque alto di tentativi (39) descrivono bene il carattere di una squadra molto perimetrale ma in grado di aprire anche grossi varchi per attaccare il canestro proprio grazie alla pericolosità diffusa sull'arco (15/28 da due).
Il test della verità arriverà domani sera, quando l'Italia scenderà sul parquet di Amburgo per la terza e ultima partita del quadrangolare: appuntamento contro la Germania alle ore 20.30, LIVE in TV su Eurosport 2 e LIVE-Streaming su Eurosport Player e Discovery Plus.

Italia-Repubblica Ceca 83-71

  • Italia: Mannion 14, Candi 4, Tonut 16, Polonara 16, Melli 8; Spissu 9, Spagnolo, Ruzzier 6, Diouf 6, Zanotti, Akele 4. N.e.: Bortolani. All.: Sacchetti.
  • Rep. Ceca: Vyoral 7, Samoura 3, Sehnal 8, Peterka 8, Balvin 8; Auda 6, Zidek 8, Schilb 4, Sirina 3, Kovar 9, Palyza 7, Balint. All.: Ginzburg.

Highlights: Italia-Repubblica Ceca 83-71

* * *

Riguarda Italia-Repubblica Ceca in VOD (Contenuto Premium)

Premium
Basket

Italia - Repubblica Ceca

01:57:00

Replica
Tokyo 2020
L'Italia parte bene ad Amburgo: vittoria 82-56 sulla Tunisia
18/06/2021 A 16:52
Basket
Sacchetti guiderà l'Italia a Euro2022: tre motivi per un'ottima scelta
25/09/2021 A 07:28