Il casting della Lazio è finito: Maurizio Sarri sarà l'allenatore dei biancocelesti nella prossima stagione, ora è ufficiale. L'annuncio arriva in maniera abbastanza divertente: sul profilo Twitter del club appare un tanto laconico quanto emblematico emoji della sigaretta accesa, uno dei simboli del tecnico toscano.
Poco dopo anche una risposta da parte del club: di nuovo la sigaretta e la domanda: "Chi ha da accendere? 🚬"
Calciomercato 2020-2021
Sarri si avvicina alla Lazio: c'è già l'intesa economica
01/06/2021 A 15:53
E su Instagram la situazione non cambia di molto: c'è un altro rebus
Dopo giorni di riunioni, meeting e discussioni la parola "fine" alle trattative è arrivata: decisivo l'incontro tenuto venerdì tra Maurizio Sarri, il presidente Claudio Lotito e il ds biancoceleste Tare. Un vertice lunghissimo, iniziato a Villa San Sebastiano, presso gli uffici di Lotito ed è continuato in un ristorante della zona. La fumata bianca è arrivata dopo che tutte le questioni in sospeso (durata del contratto, bonus vari) sono state risolte.

Contratto di due anni

Alla fine l'accordo raggiunto è sulla base di un contratto di due anni a 4 milioni a stagione circa, bonus compresi. Le ultime discussioni tra le parti hanno riguardato lo staff tecnico, alla base del quale - esattamente come alla Juventus - ci sarà ancora il "secondo" Giovanni Martusciello. Con l'ufficialità di Sarri, ecco che le prime piste di mercato prendono forma: dal Napoli, si puntano il centrale difensivo Nikola Maksimovic e il terzino destro Elseid Hysaj, entrambi in fase di svincolo il prossimo 30 giugno. Per la metà campo, invece, il tecnico di Bagnoli avrebbe richiesto espressamente Ruben Loftus-Cheek, di proprietà del Chelsea che, durante la stagione appena andata in archivio, l'ha prestato al Fulham.

Alla ricerca del salto di qualità

Con Sarri, Claudio Lotito cerca quel salto di qualità che è mancato nelle ultime stagioni: dopo il 4° posto nel 2019-20 e la vittoria della Supercoppa Italiana, nella scorsa stagione la Lazio di Simone Inzaghi ha chiuso infatti al 6° posto, dopo aver raggiunto gli ottavi in Champions League ed essere stata eliminata ai quarti in Coppa Italia.
Maurizio Sarri invece viene da un anno di inattività dopo che l'avventura con la Juventus si è conclusa bruscamente dopo un solo anno di gestione l'8 agosto 2020. Nel suo palmares di allenatore figurano un'Europa League conquistata con il Chelsea e un campionato italiano proprio con la Juventus nel 2019/20.

Dal dito medio a "forse smetto": il best of di Maurizio Sarri alla Juve in 5 minuti

Calciomercato 2020-2021
Milan, per l'attacco c'è un'idea Schick
4 ORE FA
Calciomercato 2020-2021
Juventus, Pogba si allontana: incontro Raiola-PSG
6 ORE FA