L'Old Firm di Glasgow è una classica nota per la rivalità tra Celtic e Rangers, ma ci sono tematiche che vanno oltre il gioco del calcio e che in questo caso sono sinonimo di unione e solidarietà. Prima del calcio d'inizio del match, infatti, il capitano del Celtic Scott Brown ha mostrato tutta la solidarietà del club a Glen Kamara, centrocampista dei Rangers, fotografato dall'abbraccio e dal dialogo tra i protagonisti. Kamara è, infatti, stato il bersaglio di insulti razzisti giovedì, durante la partita di Europa League dei Rangers contro lo Slavia Praga, quando il difensore dello Slavia Praga Ondrej Kudela ha usato il termine "fottuta scimmia". Bongani Zungu, compagno di squadra di Kamara, ha confermato questa espressione ingiuriosa, emersa anche dall'audio del portiere di riserva dello Slavia Praga Premysl Kovar: "Siamo stati tenuti in campo per un'ora a causa di 'Kudy'. Gli ha detto che era una fottuta scimmia".
Steven Gerrard, in un'emozionante conferenza post partita, aveva gettato luce su questa problematica, una vera piaga del calcio (e non solo), ma Brown, con il suo gesto, ha lanciato un messaggio forte al calcio scozzese: non c'è spazio per la discriminazione. John Kennedy, tecnico del Celtic, ha affermato: "Ci sono alcune cose che sono più importanti del calcio. È importante che tutti si riuniscano. Il calcio ha una solida piattaforma per inviare un messaggio". Il Celtic, che ha sottolineato il gesto sui suoi profili social mettendo in evidenza la parola Solidarity, ha poi aggiunto: "Siamo al fianco di Glen Kamara. Siamo il Celtic FC e diciamo NO al razzismo".
Serie A
Insulti razzisti sui social per Simy, lui esce allo scoperto
21/03/2021 A 08:52

Demba Ba: il calciatore che si è ribellato al razzismo

Europa League
Roma, sorteggio duro: c'è l'Ajax ai quarti
19/03/2021 A 12:17
Serie A
Serie A contro il razzismo con la campagna Keep Racism Out
17/03/2021 A 15:43