Manchester City-Chelsea, finalissima della Champions League 2020/2021 andata in scena allo stadio Do Dragão di Oporto, si è conclusa col punteggio di 0-1. Gara arbitrata dallo spagnolo Antonio Mateu Lahoz e decisa da un gol da attaccante consumato di Kai Havertz, eroe Blues. Di seguito le pagelle dell’incontro per scoprire insieme ai voti dei nostri giornalisti i promossi e i bocciati del match.

Classifiche e risultati

Champions League, classifiche e risultati gironi
Calciomercato 2020-2021
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (23/06)
10 ORE FA

Le pagelle del Manchester City

EDERSON 5,5 – Non impeccabile in timing su Havertz, rischia il rosso e se la “cava” col gol subito.
Kyle WALKER 6 – Spinge con determinazione sulla destra: pur senza strafare è uno degli Sky Blues maggiormente all’altezza.
John STONES 5 – Sbaglia tutto, o quasi in avvio: balla molto là dietro
Ruben DIAS 6 – Meglio del compagno di reparto, più autoritario e “in partita”.
ZINCHENKO 4,5 – Non ripaga per nulla la fiducia accordatagli da Guardiola: malissimo sul taglio di Havertz, nell'azione che decide il match.
Kevin DE BRUYNE 6 – Prova ad accendere la luce, ma la sensazione è che non trovi assistenza adeguata dai compagni. Spazia su tutto il fronte, senza fortuna. Esce in lacrime dopo tremendo body check con Rudiger (60’ GABRIEL JESUS 5,5 - Non c’è gloria per lui)
Ilkay GUNDOGAN 5,5 – Penalizzato dal piano partita di Pep Guardiola: centrocampo costantemente saltato.
Riyad MAHREZ 5,5 – Altalenante: alterna buone giocate a prolungati passaggi a vuoto. Al 96esimo sfiora l'incrocio.
Phil FODEN 5,5 – Dinamico, volitivo, ma anche lui incapace di piazzare la zampata vincente.
Bernardo SILVA 5 – Impalpabile, anche lui incapace di trovare la giusta posizione. Disorientato (65’ FERNANDINHO 6 - Prova a fare densità in mezzo, con lui il Cit ha più geometria… E senso!)
Raheem STERLING 5 – Un’occasione in avvio (sprecata) poi nulla più. (77’ AGUERO sv – Zero chance per lasciare il segno.)
All. Pep GUARDIOLA 5 – Parte aggressivo ma alla lunga si fa incartare da Tuchel con centrocampo sistematicamente saltato e Chelsea a nozze con le sue ripartenze sanguinose. Rinuncia in avvio all’equilibratore Rodri, ma anche al De Bruyne falso nueve per rilanciare Sterling. Il campo non gli dà ragione: City poco compatto e tremendamente distratto dietro. La maledizione di Pep lontano da Barcellona (in Champions) continua…

Festa Chelsea

Credit Foto Getty Images

Le pagelle del Chelsea

Edouard MENDY sv – Motivo? Il Manchester City non tira mai in porta.
Cesar AZPILICUETA 7 – Perfetto dietro, capitano senza macchie. Di pura trance agonistica.
Thiago SILVA 6 – Diligente e sul pezzo, come sempre, con eleganza. Un infortunio lo costringe alla resa (33’ CHRISTENSEN 6,5 – Tiene la posizione, senza soffrire)
Antonio RUDIGER 7 – Si esalta nella lotta, con un salvataggio su Foden che vale quanto un gol.
JAMES 6 – Buco clamoroso in avvio su rilancio di Ederson, poi entra nel match, seppur tra qualche brivido
N’Golo KANTÉ 7 – E‘ dappertutto, come sempre: quello dei centrali di centrocampo che si stacca e sdoppia tra le due fasi.
JORGINHO 6,5 – Sbriga il lavoro sporco, da par suo. Equilibratore in mezzo al campo, sempre sul pezzo.
Ben CHILWELL 6,5 – Bene nelle due fasi, senza mai tremare.
Mason MOUNT 7 – Assist fantastico a bucare in due la difesa degli Sky Blues: è la giocata che spacca e risolve il match. (80' KOVACIC sv)
Kai HAVERTZ 7,5 – Schierato a sorpresa da Tuchel al posto di Pulisic, è brillante in avvio e trova la definizione per il vantaggio su filtrante di Mount. Poi è il vero terminale offensivo dei suoi nonché riferimento. Uomo partita della finale di Champions League, un sogno.
Timo WERNER 5 – Sbaglia tutto quello che può sbagliare sottoporta. Polveri bagnatissime. Si sbatte e assolve i compiti tattici “senza palla” assegnatigli da Tuchel, ma è un “9” e non può commettere così tanti svarioni davanti al portiere avversario (66’ PULISIC 6 – Dialoga con Havertz e sfiora il gol)
All. Thomas TUCHEL 8 – Promosso a pieni voti l’allenatore tedesco del Chelsea, che schiera una squadra tonica e compatta. Con le idee chiare. Successo ampiamente meritato e “discreta” rivincita per l’allenatore scartato dal PSG.

Tuchel: "Non bevo, ma se batto il Tottenham mi farò un gin tonic"

Calciomercato 2020-2021
Lukaku ribadisce: "City? Io sono felice all'Inter"
12 ORE FA
Calciomercato 2020-2021
Hakimi-PSG, ci siamo! L'Inter incasserà 70 milioni
15 ORE FA