Niente riedizione delle ultime due finali. La Germania avanza, la Spagna no. E così a giocarsi il titolo, domenica 6 a Lubiana, saranno i tedeschi e il Portogallo di Rafael Leão, Diogo Dalot e Dany Mota Carvalho. La prima semifinale vede i lusitani eliminare la Spagna grazie a un'autorete nella parte conclusiva della gara. La seconda va alla Germania, che ha la meglio, sempre di misura ma per 2-1, sull'Olanda. Terza finale per il Portogallo, dopo quelle del 1994 (ricordate il Golden Goal del nostro Pierluigi Orlandini?) e del 2015; quinta per la Germania, la terza consecutiva.

Spagna-Portogallo 0-1

A Maribor il primo tempo è bloccato, privo o quasi di emozioni degne di questo nome. I più pericolosi sono due dei tre milanisti in campo (il terzo è Dalot), ovvero Rafael Leão e Brahim Diaz, che fanno venire i brividi ai portieri avversari. La ripresa è un monologo spagnolo. La formazione di De la Fuente colpisce un palo dopo pochi secondi con un gran sinistro da fuori di Cucurella, si rende pericolosa di nuovo con Brahim Diaz e con Manu Garcia, reclama un rigore per uno sgambetto in area ai danni dello stesso trequartista rossonero (c'era). Il Portogallo? Davanti non si vede praticamente mai. Eppure, al minuto 82, accade quel che nessuno si aspetta: Fabio Vieira per una volta trova spazio, Cuenca gli devia il cross e il pallone assume una traiettoria impazzita, superando il portiere Alvaro Fernandez, baciando la traversa e depositandosi in rete. È il gol decisivo. Il Portogallo va in finale, la Spagna torna a casa.
Europei Under 21
Italia da applausi, ma va avanti il Portogallo: 5-3
31/05/2021 A 18:38
IL TABELLINO
Spagna-Portogallo 0-1 (primo tempo 0-0)
Spagna (4-2-3-1): Alvaro Fernandez; Oscar Gil, Mingueza, Cuenca, Cucurella; Zubimendi, Villar (82' Abel Ruiz); Brahim Diaz (66' Yeremy Pino), Manu Garcia (76' Sancet), Bryan Gil (46' Miranda); Javi Puado. Ct: De la Fuente
Portogallo (4-3-1-2): Diogo Costa; Dalot, Diogo Queiros, Diogo Leite, Abdu; Vitinha, Bragança (65' Baró), Gedson Fernandes (51' Florentino); Fabio Vieira (90' Pedro Pereira); Leão (65' Tiago Tomas), Mota (65' Jota). Ct: Rui Jorge
Arbitro: Glenn Nyberg (Svezia)
Gol: 82' aut. Cuenca
Ammoniti: Leão, Brahim Diaz
Espulsi: nessuno

La delusione di Brahim Diaz in Spagna-Portogallo Under 21

Credit Foto Getty Images

Olanda-Germania 1-2

A Székesfehérvár, tutto sembra decidersi entro i primi 10 minuti. 30 secondi e la Germania passa con Wirtz, che finalizza da centravanti una stupenda azione collettiva partendo dal basso. 7 minuti e arriva pure il raddoppio, sempre col gioiellino del Bayer Leverkusen, precisissimo col destro dal limite dell'area. L'Olanda rischia di uscire definitivamente dalla partita già al 20: palo di Berisha direttamente su punizione. Kluivert si mangia il possibile 1-2, poi Bijlow è fondamentale nel murare il solito Wirtz. E in generale gli Jong Oranje non danno mai davvero la sensazione di poter riaprire i discorsi. I tedeschi hanno però il torto di non chiuderla. E sono pure sfortunati, perché colpiscono un secondo e un terzo palo in pochissimi istanti col povero Berisha. Così, dal nulla, Schuurs riapre tutto al 67' con la collaborazione di Dahmen. L'ultimo brivido è targato Boadu a 5 minuti dalla fine: gol a tu per tu col portiere, ma in offside. In finale va la Germania, che avrà la possibilità di rifarsi dopo il ko di due anni fa.
IL TABELLINO
Olanda-Germania 1-2 (primo tempo 0-2)
Olanda (4-3-3): Bijlow; Teze, Schuurs, Botman (78' Rensch), Malacia; de Wit, Harroui (46' Matusiwa), Kadioglu (69' Sierhuis); Stengs (58' Dilrosun), Boadu, Kluivert. Ct: Van de Looi
Germania (4-2-3-1): Dahmen; Baku, Pieper, Schlotterbeck, Raum; Dorsch, Maier (79' Stach); Wirtz (69' Adeyemi), Özcan (68' Janelt), Berisha; Nmecha (69' Burkardt). Ct: Kuntz
Arbitro: Sandro Schärer (Svizzera)
Gol: 1' Wirtz (G), 8' Wirtz (G), 67' Schuurs (O)
Ammoniti: Harroui, Baku, Dorsch, de Wit, Sierhuis, Stach
Espulsi: nessuno

Non solo Leao: i 10 gol più veloci della storia

Europei Under 21
Nmecha gol, la Germania è campione: 1-0 al Portogallo
06/06/2021 A 18:41
Europei Under 21
Dal Napoli alla chiamata del Real Madrid: l'anno pazzesco di Fabian Ruiz, il migliore dell'Europeo
30/06/2019 A 21:53