Voto 10... Alla sportività di Bielsa

Spieghiamola bene. Siamo in Championship, la ‘Serie B’ inglese, e con il Norwich già promosso Bielsa e il suo Leeds, in casa dell’Aston Villa, si giocavano ancora qualche speranza di poter passare con una promozione diretta a discapito dello Sheffield United. Al 73’, succede quanto vedere nel tweet qui sotto
Serie A
Lazio-Spezia 4-0, pagelle: prima gioia biancoceleste di Romagnoli
02/10/2022 ALLE 13:24
Gol arrivato con uomo a terra e finimondo. Al che decide di intervenire Bielsa, che dopo la rissa venuta fuori, impone ai suoi di far segnare all’Aston Villa il gol del pareggio, nonostante come possiate vedere non tutti siano proprio d’accordo.
La cosa più bella però è John Terry che sulla panchina dell’Aston Villa ha ancora qualcosa da dire nonostante il pareggio. Bielsa, a quel punto, lo manda a quel paese. Meraviglioso Loco. Me-ra-vi-glio-so. (Ah, per la cronaca, la partita è poi finita 1-1: Sheffield promosso matematicamente e Leeds che dovrà sudarsela ai playoff).

Voto 9... Al Barcellona campione (e a una foto meravigliosa)

Barcellona che ha chiuso i conti. Indovinate con chi? Ma con Messi, naturalmente, che ha messo a segno da subentrato il gol che gli regala la sua decima Liga personale. Sì sì, tutto molto bello, bravi a quelli del Barcellona, bravo anche Vidal che vince l’ottavo titolo di fila tra Italia, Germania e Spagna, ma la copertina se la prende l’ultimo arrivato di casa Suarez. Un marchio di fabbrica. Una prova del DNA vivente.
LEGGI ANCHE: Il report di Barcellona-Levante

Voto 8... Al Rennes che beffa il PSG

Applausi anche al Rennes, che in una finale incredibile leva la doppietta al PSG. I parigini mancano la Coppa di Francia in una finale che dopo 20 minuti li vedeva già sul 2-0. Che dire, applausi a quelli del Rennes, che 48 anni dopo riportano nella bacheca del club un titolo. E la piazza, giustamente, festeggia così.
LEGGI ANCHE: Il report di Rennes-PSG

Voto 7... Alla lotta Liverpool-Manchester City

Francamente entusiasmante. Il Liverpool ne ha messe 5 al derelitto Huddersfield, il City ha sofferto come non mai ed è passato a Burnley con un pallone dentro esattamente 29.51 millimetri. 92 punti a 91 punti a favore di Guardiola, con due squadre che per la prima volta nella storia della Premier League hanno sfondato quota 90 punti. Che battaglia. E che qualità. Sembra insopportabile retorica, ma non lo è: nessuna delle due alla fine potrà davvero dirsi sconfitta. Cioè, seriamente, cosa si può contestare alla stagione in campionato di Liverpool e Manchester City? Solo applausi.
LEGGI ANCHE: Il report di Burnley-Man City

Voto 6... Alla sfangata di Sarri

...Che non vince più, perché di fatto questa è la terza partita consecutiva senza i 3 punti, ma che in qualche modo guadagna sulle inseguitrici ed è padrone del proprio destino. In casa del Manchester United il suo Chelsea non gioca nemmeno troppo bene, ma De Gea (voto 2) decide di incappare nell’ennesima papera. E così il buon Maurizio mangia un punto al Tottenham, e ne guadagna uno sull’Arsenal, mantenendo lontano anche lo United. Se fa 2 vittorie con Watford e Leicester è in Champions League. Che per come si era messa a un certo punto è una specie di miracolo.
LEGGI ANCHE: Il report di Manchester United-Chelsea

Voto 5... Alle scelte cromatiche del Levante

Già perché a Barcellona si sono presentati così: in verdino fluorescente loro e in giallino fluorescente tendente al verde il portiere. Bravi. Bello. Già che c’erano potevano tentare anche la carta del portiere volante, tanto non credo che in molti se ne sarebbero accorti.

Voto 4... All’Arsenal che si butta via

Per un Chelsea che ride, c’è chiaramente un Arsenal che piange. Incredibile come la squadra di Emery si sia buttata via. O meglio, incredibile se non fosse l’Arsenal. La rincorsa fino a 3 giornate fa si era concretizzata dopo un buon filotto, poi i Gunners hanno spento la luce: 3 ko di fila con Crystal Palace, Wolverhampton e Leicester. Tre squadre di fatto senza più nulla da chiedere. Clamoroso.
LEGGI ANCHE: Il report di Leicester-Arsenal

Voto 3... Al Borussia, che crolla nel derby della Ruhr

Finisce male, anzi, malissimo per i gialloneri di Dortmund. Arrivava lo Schalke 04 e come nella migliori delle tradizioni la squadra come meno da perdere rispetto all’altra ha rovinato la festa. Il Borussia perde infatti la partita e anche la testa, finisce in 9 – espulso Reus – e passa una brutta, bruttissima notte, credendo di aver perso le ultime disperate possibilità di titolo oltre che beccarsi gli sfottò degli odiati rivali. Poi, però...
LEGGI ANCHE: Il report di Borussia Dortmund-Schalke 04

Voto 2... Al Bayern Monaco che non ne approfitta

...Poi però il Bayern Monaco fa peggio. Perché il giorno dopo, in casa della penultima della Bundesliga Norimberga, gli uomini di Kovac non vanno oltre l’1-1, recuperando il pareggio tra l’altro solo a un quarto d’ora dalla fine e mancando di fatto la possibilità di chiudere i conti. Morale della favola: 71 Bayern, 69 Borussia. Tre giornate alla fine.
LEGGI ANCHE: Il report di Norimberga-Bayern Monaco

Voto 1... A questo genio qui

Apriamo con la Championship e chiudiamo con la Championship. D’accordo, non è una cosa strettamente di campo, ma è davvero troppo bella. Scene di giubilo per la promozione dei Blades in Premier League 12 anni dopo l’ultima volta. E come al solito sono i meravigliosi frequentatori dei pub inglesi a farla da padrone. Qualcuno a Sheffield ha deciso di festeggiarla deliberatamente così: sfondando a peso morto un telone. Come disse Homer Simpson nella famosa puntata del Barone Birra: “All’alcol! La causa di e la soluzione a tutti i problemi della vita”.

Voto 0... A Bielsa che prova a dire ‘Ipswich’

Perché d’accordo il fairplay, ma il Loco merita di essere visto anche in questo video qui sotto. ‘Ipswich’. Nulla. Niente. Non ce la fa. Si può non volere bene a quest'uomo qui? Noi non crediamo.
Serie A
Zaccagni, Romagnoli e doppio Milinkovic-Savic: Lazio-Spezia 4-0
02/10/2022 ALLE 10:29
Serie A
Sarri: "Non volevo una reazione, ma l'inizio di un percorso importante"
18/09/2022 ALLE 17:11