La Super League è morta, ma la voglia di riformare il calcio non è sparita. Secondo quello che riporta il The Sun, l'obiettivo chiave della Premier League è quello di creare una nuova superlega britannica con i due club di Glasgow: Rangers e Celtic. A differenza della SL sarebbe sostenuta da FIFA, UEFA e dal governo del Regno Unito, con le scozzesi pronte a cogliere l'occasione per unirsi ai club inglesi.
"Che ci sia o meno la Super League, sentiamo il bisogno di cambiare e migliorare la Premier League. È ora di aprirla a club come Rangers e Celtic. Avrebbe senso per tutti", ha detto una fonte anonima.
I "Big Six", nonostante l'umiliante inversione di marcia di martedì, ritengono che questo terremoto abbia rafforzato la loro posizione in termini di necessità di cambiamento. Oltre all'adesione di Rangers e Celtic, le altre modifiche includerebbero una sorta di playoff tra le prime quattro e la riduzione a 18 squadre.
Premier League
City da rimonta, Tottenham ok senza Mourinho
21/04/2021 A 20:08
È improbabile che gli altri club scozzesi e le altre 14 squadre della Premier League siano d'accordo, ma a differenza della SL, è una mossa che avrebbe il sostegno globale. "Se vogliamo che le squadre giochino ai massimi livelli in tutto il mondo, abbiamo bisogno di nuove idee", ha detto Gianni Infantino."Sono fiducioso che le migliori decisioni verranno prese al riguardo, ma qualsiasi fusione deve essere fatta nel rispetto delle regole".

Superlega: cronistoria di un progetto naufragato in 48 ore

Premier League
Superlega, la Premier fa le multe: 23 milioni alle sei "ribelli"
09/06/2021 A 14:52
Premier League
Cuore Aguero, saluta il City con orologi e una macchina allo staff
01/06/2021 A 14:27