Una devastante lezione di calcio: Manchester City 6, Manchester United 3. Non c’è partita ormai tra le due di Manchester da un decennio a questa parte, come ricordava anche Pep Guardiola, sibilino, ai microfoni di Sky UK prima della partita. Il processo di crescita dei Red Devils infatti, ben messo in moto da 4 vittorie consecutive dopo l’avvio shock con 2 ko subiti nelle prime due giornate, si schianta sulla cruda realtà di un ottovolante costruito per vincere. La squadra di Pep Guardiola gioca infatti su un’altra galassia e l’aggiunta di Erling Braut Haaland ha probabilmente allungato ulteriormente la distanza per tante, se non per tutte. Dentro la festa dell’Etihad c’è infatti la devastante prova di forza del norvegese, che con 3 gol e 2 assist a Foden (a sua volta autore dell’altra tripletta) è il mattatore assoluto della giornata. Terza tripletta consecutiva nelle ultime 3 partite in casa, 14 gol in 8 giornate di Premier e la generale sensazione di aver a che fare con un ‘androide’ mai visto prima nel mondo del calcio per un semplice concetto: alla fame, alla voglia di gol, alla tecnica di base, c’è da aggiungere la devastante forza fisica unita alla velocità; un qualcosa che tutto insieme non si era mai visto prima. Insomma, il City spinto dal suo alieno va, resta imbattuto e torna a -1 dal sorprendente Arsenal capolista di inizio stagione. Da segnalare nel finale solo la doppietta di Martial che rende meno pesante il parziale di una partita che, semplicemente, non è mai esistita.

Il tabellino

Manchester City (4-3-3): Ederson – Walker (41’ Gomez), Akanji, Aké, Cancelo – Gundogan (75’ Laporte), De Bruyne (75’ Alvarez), Bernardo Silva – Foden (75’ Mahrez), Haaland, Grealish (75’ Palmer).
Calciomercato
Ronaldo saluta lo United: "Amerò per sempre il club e i tifosi"
22/11/2022 ALLE 21:44
Manchester United (4-3-3): De Gea - Dalot, Varane (41’ Lindelof), Martinez, Malacia (46’ Shaw) - Eriksen, McTominay (59’ Casemiro), Fernandes - Antony, Rashford (59’ Martial), Sancho.
Gol: 8’ 43’ e 73’ Foden, 35’ 38’e 64’ Haaland; 56’ Antony, 83’ e rig. 90’ Martial.
Note – Ammoniti: Dalot, Malacia, Fernandez.
La classifica aggiornata di Premier League

Il momento social

La cronaca in 11 momenti chiave

3’ MIRACOLO DIFENSIVO UNITED! Prima Haaland di testa, poi De Gea salva su Grealish e infine McTominay salva sul tiro di De Bruyne. Tre occasioni in un'azione, City partito fortissimo.
8’ GOL! CITY AVANTI! FODEN! Che azione bellissima, come gioca a calcio il City: palla che gira, arriva a sinistra, Bernardo mette dentro, Foden sbuca al centro e fredda di piattone De Gea. City avanti.
18’ PALO DI GUNDOGAN! CITY VICINO AL 2-0. Ad un passo dal raddoppio la formazione di casa, calcio di punizione battuto con il destro da Gundogan e sfera che colpisce il palo esterno. De Gea non avrebbe potuto nulla.
35’ GOL! HAALAND! 2-0 CITY! Arriva la firma di Erling Haaland su questo derby di Manchester. Traversone dalla bandierina di Cancelo per lo stacco di testa del centravanti norvegese, prova il salvataggio Malacia ma il pallone era già entrato. Raddoppio City.
38’ GOL! ANCORA HAALAND! MA CHE ROBA E' QUESTO RAGAZZO?! Dopo tre minuti è ancora lui: Erling Haaland. Grealish guida la ripartenza per il City, serve De Bruyne che serve un pallone magnifico per la spaccata del norvegese che non lascia scampo a De Gea. Per Haaland è l'ottavo gol con gli ultimi 8 tiri in porta in casa in Premier League. Cose irreali!
43’ GOL! E SONO 4! FODEN! Mamma mia Haaland anche con l'assist: da sinistra, pesca l'inserimento sul secondo palo di Foden che brucia il marcatore e piazza anche lui la doppietta. Se il City non si ferma oggi lo United ne prende 8...
56’ GOL! ACCORCIA LO UNITED! Un lampo di Antony e lo United prova a riaprire la sfida. Ci pensa il brasiliano, lavora un buon pallone al limite dell'area di rigore e calcia con il mancino sul secondo palo battendo Ederson: gran gol, bel sinistro a giro.
64’ GOL! ANCORA HAALAND! ANCORA LUI! TRIPLETTA! Che roba! Cross da sinistra di Foden, Haaland al centro è sempre lì e fredda ancora De Gea. Siamo alla terza tripletta consecutiva nelle ultime 3 gare giocate in casa. Un giocatore fuori dal normale, senza senso.
73’ GOL! E SONO SEI! TRIPLETTA ANCHE PER FODEN. Haaland ispira però, fornendo il suo secondo assist: Foden si muove sul filo del fuorigioco e poi scarica in porta col sinistro. Senza pietà il City.
83’ GOL DI MARTIAL, accorcia lo United: tiro di Fred, Ederson respinge e Martial si avventa sul pallone rendendo il bilancio un po' meno pesante.
90’ MARTIAL GOL SU RIGORE. Conquista un rigore e rende meno pesante il parziale finale il francese che trasforma alla grande dal dischetto. Un po’ ingenuo Cancelo nell’occasione.

Il migliore

Haaland. Inizia a essere preoccupante – per gli altri – la cosa. I numeri sono senza senso. Dopo il secondo gol fatto, aveva la statistica di 8 gol fatti con gli ultimi 8 tiri nello specchio della porta quando ha giocato in casa. Ha chiuso con la terza tripletta consecutiva all’Etihad, condita da 2 assist. Siamo a 14 reti in 8 match. Di che cosa stiamo parlando esattamente?!

Il peggiore

Difficile dirlo. Lo United prende una bella imbarcata e non è che ci sia un particolare singolo colpevole. Semplicemente ha trovato una squadra nettamente superiore. Se dobbiamo indicare un singolo, allora forse Rashford: non ha visto un pallone.

Guardiola: "Haaland avrebbe fatto a botte pur di calciare quel rigore"

Premier League
Ferdinand: "Tra Ronaldo e lo United è finita. Pesano le parole su Ten Hag"
14/11/2022 ALLE 17:22
Premier League
La vince il baby Garnacho! United batte Fulham 2-1 al 93°
13/11/2022 ALLE 16:25