Leonardo Bonucci batte forte sul petto. Il capitano della Nazionale si dice orgoglioso di portare la fascia di questa Italia, che ha stupito tutti in questa fase di qualificazione, anche se i veri risultati si devono conquistare a giugno. Tante cose sono cambiate, tra questo il modo di approcciare la gara...

Abbiamo fatto un sacco di record, ma quelli veri, che contano, dobbiamo farli a giugno, il mese dell'Europeo. Sinceramente non mi sono mai divertito così tanto in Nazionale, e lo dimostrano i risultati. Abbiamo dominato tutte le partite. Ovvio, ogni tanto rischiamo qualcosa, ma abbiamo sempre giocato col possesso palla. È iniziata una nuova era italiana, e sono orgoglioso di esserne il capitano finché non rientra Chiellini. Ora aspettiamo cosa ci riserverà l'urna il 30, ma qualsiasi partita sarà difficile da affrontare. Dovremo arrivare a fine stagione nella migliore condizione, perché lì queste situazioni faranno la differenza
Qualificazioni Euro 2020
Italia giovane, rapida e tecnica: ecco il fattore M(ancini), in attesa delle grandi
18/11/2019 A 06:50

L'Italia vale le prime quattro?

Stiamo crescendo, manca ancora un piccolo step per arrivare a chi domina da diversi anni in Europa. Vogliamo migliorare e l'abbiamo dimostrato anche in queste ultime due partite in cui c'era poco da giocarsi, in teoria. Grande merito al mister e al gruppo, l'abbiamo visto anche stasera con tanti cambi, ma il risultato è arrivato

Fare strada in Europa serve?

Sì, acquisisci esperienza perché ritmi e intensità cambiano rispetto all'Italia. Per il calcio italiano è un bene se tutte le squadre che giocano in Europa riescono ad arrivare fino in fondo

Ital-Mancini da 10 e lode: battuto il record di Pozzo, il leggendario ct dei due Mondiali

Champions League
Pirlo: "Guardiola è un modello, mi piace attaccare sempre"
19/10/2020 A 12:27
UEFA Nations League
Italia-Olanda in diretta tv e Live Streaming
14/10/2020 A 21:22