È la notte del Napoli che sorpassa l’Inter e conquista il primato solitario in classifica. I nerazzurri pagano due momenti fatali: l’inizio e la fine del primo tempo. Il gol di Higuain a freddo e l’espulsione, a dir poco ingenua, di Nagatomo condizionano la prestazione di un’Inter che non sfigura per niente al San Paolo. In dieci uomini dal 44’, la Beneamata si scopre squadra come raramente si era vista in questa stagione e va a un passo dal pareggio al 94’: nel giro di 30 secondi Jovetic e Miranda, complice una parata mostruosa di Reina, sfiorano il 2-2. La differenza l’ha fatta il centravanti: da una parte uno straordinario Higuain ha realizzato una doppietta da bomber totale, dall’altra un evanescente Icardi ha permesso ai nerazzurri di crederci solo con la sua uscita dal campo. I segnali dicono che per il Napoli potrebbe essere l’anno buono, ma l’Inter non esce assolutamente ridimensionata dalla sfida del San Paolo.
LA CRONACA DELLA PARTITA
La partita comincia subito in salita per l’Inter: rinvio sbagliato da Murillo, Callejon beffa Nagatomo e lancia il Pipita che spedisce un destro terrificante alle spalle di Handanovic. Gli ospiti non si scoraggiano e Guarin manda alto un sinistro da fuori. A Perisic non riesce la girata in porta, su suggerimento di Ljajic, ma al 44’ Nagatomo si fa cacciare: il giapponese entra in ritardo su Allan e rimedia il secondo giallo da Orsato interrompendo un’azione promettente.
Serie A
Le pagelle di Napoli-Inter 2-1
30/11/2015 A 22:59
L’Inter si ripresenta in campo senza Icardi. Albiol, di testa, favorisce Higuain che via a Miranda e Murillo per poi battere Handanovic. È il 62’ e, 5’ dopo, i nerazzurri dimostrano di essere vivi: sinistro nell’angolino e 1-2 di Ljajic. Brozovic ha un ottimo spunto in dribbling, ma spedisce alto dai 20 metri. Al 94’ succede di tutto: cross di D’Ambrosio e colpo di testa di Jovetic sul palo a Reina battuto, poi crossa anche Biabiany e, sempre di testa, Miranda costringe al miracolo il portiere partenopeo con l’aiuto del palo.
LA STATISTICA CHIAVE
25 – Gli anni passati dall’ultimo primato in solitaria del Napoli. Sono 12 le reti in campionato di Higuain.
IL TWEET DA NON PERDERE
IL MIGLIORE IN CAMPO
Gonzalo Higuain: il miglior giocatore della Serie A. Due gemme da leader, semplicemente incontenibile anche per la retroguardia meno battuta del campionato. Non ci sono antidoti, è un Pipita che ricama gol e sogni per i partenopei.
IL PEGGIORE IN CAMPO
Yuto Nagatomo: lascia i compagni in 10 al 44’ del primo tempo per un secondo giallo figlio di una mancanza di lucidità assoluta. Un giocatore già ammonito non si può permettere di intervenire così. Prima aveva ballato il tango argentino. Sciagura.
LE PAGELLE
LA DICHIARAZIONE
Gonzalo Higuain: "Non dobbiamo esagerare, dobbiamo tenere i piedi per terra perché manca tantissimo".
IL TABELLINO
Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik (80’ David Lopez); Callejon (87’ Maggio), Higuain, Insigne (70’ El Kaddouri). All. Sarri
Inter (4-3-3): Handanovic; D'Ambrosio, Miranda, Murillo, Nagatomo; Guarin (62’ Biabiany), Medel, Brozovic; Ljajic, Icardi (46’ Telles), Perisic (83’ Jovetic). All. Mancini
Arbitro: Daniele Orsato della Sezione di Schio
Gol: 2’ e 62’ Higuain (N), 67’ Ljajic (I)
Note: ammoniti Koulibaly (N), Hysaj (N), Guarin (I), Allan (N), Callejon (N); al 44’ espulso Nagatomo (I) per doppia ammonizione
Serie A
Higuain: "Per fare le foto alla Juve tiravo dentro la pancia...."
24/06/2022 A 20:14
Calciomercato
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (20/06)
20/06/2022 A 20:09