Dopo Danilo D’Ambrosio e Samir Handanovic, nuovi positivi in casa Inter a due giorni dalla sfida contro il Sassuolo. La società nerazzurra ha fatto un nuovo girone di tamponi nella mattinata di giovedì che hanno portato a scoprire due nuove positività nel gruppo squadra di Antonio Conte, quelle di Stefan de Vrij e di Matias Vecino. La decisione ha costretto la società nerazzurra ad informare l'ATS che, come già successo poche settimane fa con il Torino, ha disposto la sospensione dell'attività per quattro giorni, il divieto alla disputa di Inter-Sassuolo (in programma sabato sera) e il divieto di rispondere alle convocazioni per tutti i calciatori convocati dalle rispettive nazionali.

Il comunicato dell'Inter

Serie A
Inter, chi è Ionut Radu: il sostituto di Handanovic
18/03/2021 A 10:46
FC Internazionale Milano comunica che Stefan de Vrij e Matias Vecino sono risultati positivi al Covid-19 in seguito ai test effettuati nella giornata di ieri. I due nerazzurri sono già in quarantena presso la propria abitazione.
L’ATS di Milano, informata delle nuove positività, ha deciso quanto segue:
  • sospensione immediata di qualsiasi tipo di attività della squadra per quattro giorni, domenica 21 marzo compresa;
  • divieto di disputa di Inter-Sassuolo in programma sabato 20 marzo 2021;
  • divieto di rispondere alle convocazioni per tutti i calciatori convocati dalle rispettive nazionali.
Nella giornata di lunedì 22 marzo, prima della eventuale ripresa delle attività, verranno ripetuti i tamponi molecolari a tutto il gruppo squadra.

Stefan De Vrij, Matias Vecino e Danilo D'Ambrosio: tre dei quattro calciatori positivi al Covid dell'Inter di Antonio Conte

Credit Foto Getty Images

  • Inter, i giocatori contagiati da Covid nel corso della stagione 2020-21 (con * i calciatori atttualmente positivi)
Milan SKRINIAR
Alessandro BASTONI
Ashley YOUNG
Achraf HAKIMI
Roberto GAGLIARDINI
Ionut RADU
Marcelo BROZOVIC
Daniele PADELLI
Aleksandr KOLAROV
Danilo D'AMBROSIO*
Samir HANDANOVIC*
Stefan DE VRIJ*
Matias VECINO*

Incognita Covid e una sosta benedetta

L’Inter non è la prima volta che si trova a far conti con diversi contagi da Covid. Proprio alla vigilia del derby d’andata contro il Milan, in programma i primi d’ottobre, i nerazzurri si presentarono in campo senza 6 elementi, tutti costretti in isolamento dal virus. L’Inter, con una difesa rabberciata e priva di Skriniar e Bastoni, uscì dalla stracittadina con una dolorosa sconfitta per 2-1. La buona notizia per i nerazzurri è che la sosta viene in soccorso di Conte che, non vedrà i tanti Nazionali partire in giro per il mondo, e potrebbe recuperare qualcuno degli attualmente positivi nelle due settimane di sospensione per gli impegni delle Nazionali per il match alla ripresa contro il Bologna.

Gravina: "Protocollo resta valido, serve armonia tra Asl"

Serie A
Ibra: "Per Mihajlovic avrei giocato gratis. Poi..."
20/11/2020 A 19:01
Serie A
25 anni fa l’esordio di Gigi Buffon, campione eterno
19/11/2020 A 07:59