Il futuro del calcio televisivo in Italia è ormai prossimo al cambiamento. La rivoluzione tecnologica nata col digitale satellitare e sfiorata dal digitale terrestre è stata stravolta dal passaggio alla connettività a banda larga. L’approdo di internet ha senza dubbio rivoluzionato il mercato, e la notizia di una Serie A che dal triennio al via nel 2021 passerà nella sua interezza dagli schermi di DAZN segna un passaggio dei tempi. Al di là di tutti questi aspetti interessanti per l’evoluzione della materia, le domande che scattano subito nella testa del tifoso/consumatore sono sostanzialmente due: dove vedo le partite? Quanto mi costa?

La situazione ad oggi: Sky + DAZN per vedere tutto

In Italia, l’arrivo di DAZN, aveva riproposto il duopolio che aveva lasciato libero Mediaset dopo la morte del servizio Premium legato allo sport. I diritti in esclusiva di 3 partite a settimana, più l’acquisto di tutta la Serie B, avevano posto il tifoso che “vuole vedersi tutto” all’acquisto sostanziale di 2 abbonamenti: uno con Sky, l’altro appunto con DAZN. L’opzione più economica, oggi, per vedere tutto il calcio possibile in Italia, era questa: un abbonamento a NowTV con il pacchetto sport a 29.99 (che garantiva tutto lo sport di Sky, quindi Seria A, Champions League, Europa League e il resto) e i classici 9.99 euro di DAZN per tutto il resto. Dunque, a oggi, con meno di 40 euro, era possibile seguire tutto il seguibile.
Serie A
Serie A 2021-22: dove si vedrà. A DAZN l'esclusiva
26/03/2021 ALLE 13:13

La situazione dalla stagione 2021/22: DAZN + Sky + Amazon + altro?

Non è ancora chiaro dove porterà la rivoluzione del futuro. Ma è chiaro, già adesso, che dovrà aumentare il numero di abbonamenti. Sky ha infatti acquisito i diritti delle competizioni europee per il trienno 2021-2024, ma attenzione perché quella di Murdoch non sarà più un’esclusiva. O meglio: non sulla Champions. In gioco infatti entra anche Amazon Prime Video. Il colosso di Bezos ha infatti acquisito i diritti audiovisivi per trasmettere in esclusiva nel nostro Paese le dirette delle migliori partite del mercoledì sera della Champions League: questo significa che una squadra italiana sarà sempre presente su Amazon nella fase a gironi e, in caso di qualificazione, fino alle semifinali. Dunque 121 partite verranno trasmesse da Sky e 16 da Amazon. Per vedere tutta la Champions, serviranno 2 abbonamenti.
In Serie A l’esclusiva totale passa nello stesso arco temporale a DAZN, che potrebbe lasciare poi 3 partite a settimana – non in esclusiva – a una tra la stessa Sky o Mediaset, che si è detta interessata al ritorno. Non chiaro a oggi infine il destino della Serie B, su cui c’è anche l’ombra dalla piattaforma streaming Eleven.
Impossibile conoscere a oggi il listino prezzi. C’è da ipotizzare però che il grosso esborso economico di DAZN per acquisire tutta la Serie A porti all’incremento dell’abbonamento, a oggi fissato a 9,99 mensili. Amazon Prime Video al momento ha un costo di 36 euro all'anno, oppure di 3.99 euro/mese. Infine c’è da valutare il pacchetto di Sky, che certamente subirà dei cambiamenti. Se davvero, inoltre, la Serie B finisse fuori da questi attori, bisognerebbe addirittura pensare a un quarto abbonamento per vedere ciò che oggi si vedeva con due. Se sarà più conveniente o meno, saranno solo i nuovi futuri listini prezzi a chiarircelo.

Pirlo: "Scudetto? Gli obiettivi restano gli stessi"

Serie A
Dybala fa 115 con la Juventus: raggiunto Roberto Baggio al 9° posto
06/05/2022 ALLE 20:35
Serie A
DAZN, stop alla doppia utenza per abbonamento?
09/11/2021 ALLE 10:32