Il futuro dell'Inter continua a far discutere giornali e ambienti finanziari. Tra gli interessati alle quote del club nerazzurro oltre ai londinesi di Bc Partners, agli svedesi di Eqt e agli americani di Arctos Sports Partners, come rivelato giovedì dal Financial Times, stando a Repubblica si aggiungono anche Ares Management Corporation (gruppo finanziario a stelle e strisce che ha costituito nel 2020 un veicolo dedicato ad investimenti nel calcio europeo) e Temasek Holdings, fondo sovrano di Singapore.

L'esclusiva di Bc Partners

Il Sole 24 Ore conferma che Suning e Bc Partners hanno firmato un accordo di esclusiva per una trattativa riguardante l'ingresso del fondo londinese nella società nerazzurra già lo scorso dicembre. Almeno fino ai primi di febbraio, dunque, non ci sarà possibilità per gli altri quattro fondi di inserirsi. Il quotidiano economico aggiunge che il colosso di Nanchino e il private equity avrebbero trovato un punto d'incontro attorno a una valutazione da 750 milioni di euro, debito incluso, per il 100% del club. Le prossime settimane saranno decisive: terminata la due diligence (l'ispezione sui conti da parte degli advisor), Bc deciderà se presentare una proposta a Suning e in che termini.
Serie A
Inter, non solo BC Partners: altri due fondi interessati
14/01/2021 A 20:09

Inter-Juventus: numeri, statistiche e curiosità

Serie A
BC Partners: ecco chi è il fondo interessato all'Inter
08/01/2021 A 12:35
Serie A
Verona-Inter, la moviola del match: Lautaro chiede un rigore
27/08/2021 A 20:25