"Abbiamo sbagliato l'atteggiamento fin dall'inizio. Quando in queste partite non hai la rabbia per vincere i duelli diventa difficile. Non siamo scesi in campo, siamo stati troppo passivi e quando non sei aggressivo vai incontro a queste partite. È una brutta partita, non ce l'aspettavamo e non potevamo fare peggio di così". Durissima l'analisi di Andrea Pirlo che, ai microfoni di Sky Sport, commenta con evidente amarezza la sconfitta per 2-0 contro l'Inter rimediata dalla Juventus a San Siro.

"Juve troppo timorosa"

"Siamo stati timorosi, avevamo paura del gioco d'attacco dell'Inter, quindi nella testa abbiamo pensato solamente a fare la fase difensiva, neanche troppo aggressiva e avevamo poi poco spazio per avere in mano la partita. Quando non hai in mano la partita e dai il campo a loro per il contropiede, poi diventano devastanti. È una brutta sconfitta, non ce l'aspettavamo, non potevamo fare una partita peggiore di questa, però adesso dobbiamo rialzare la testa perché mercoledì ci giochiamo una finale (in Supercoppa Italia contro il Napoli, ndr). Avevamo preparato la partita stando attenti soprattutto quando cambiavano il gioco sugli inserimenti delle loro mezzale e i gol sono venuti poi da lì. Ma se li fai crossare con calma, sappiamo che loro arrivano dentro con tanti giocatori e se non segui gli inserimenti poi diventa difficile".
Serie A
Inter-Juve 2-0, le pagelle: Barella immenso, CR7 flop
17/01/2021 A 22:03

"Le nostre ambizioni non cambiano"

"Le nostre ambizioni rimangono le stesse, è un passo falso contro una squadra importante però in un lungo percorso capita di avere questi passi falsi. Peccato perché avevamo una serie positiva da portare avanti. Un atteggiamento così però non può capitare a una squadra come la Juventus che deve venire qui a San Siro con una certa ambizione, quella di proporre il gioco, invece siamo stati troppo timorosi, troppo in balia delle loro giocate, abbiamo pensato poco a fare le nostre".

Sulle responsabilità della sconfitta

"Sbaglia in primis sempre l'allenatore perché è lui che dà le indicazioni, quindi mi prendo le mie responsabilità perchè se la squadra non ha fatto quello che abbiamo provato vuol dire che non avevano capito bene quello che dovevamo fare e avevamo impostato. Avevamo preparato una buona fase difensiva, poi invece dopo un quarto d'ora ci siamo fatti sorprendere perché siamo stati disordinati, non abbiamo seguito gli inserimenti e quindi poi diventa più difficile la partita".

Pirlo: "Conte? Se sono allenatore è grazie a lui"

Serie A
Festa Inter! Vidal e Barella demoliscono la Juve: 2-0
17/01/2021 A 18:57
Serie A
Lukaku: "Inter squadra di fratelli, orgoglioso di giocare qui"
3 ORE FA