Ore 22.12, il Festival di Sanremo di Zlatan Ibrahimovic inizia quando generalmente un posticipo di Serie A o una sfida di Champions League entra nel vivo. Smoking nero classico con una vistosa ricamatura con l'effige Ibra, capello impomatato raccolto in una coda: lo svedese scende col solito sguardo imperturbabile la lunga e prestigiosa scala del Teatro Ariston, non tradendo emozione e monopolizzando subito l’attenzione su di sè, scherzando con Amadeus e dettando le sue regole.
Qui mi sento piccolo, ma sono sempre più grande e potente di te, Amadeus
Presentato da Amadeus come l’ospite più chiacchierato ed atteso di questo Festival, Ibra dà subito sfoggio del suo carisma e della sua personalità e dettando subito le sue regole.
Serie A
Ibrahimovic sul cachet di Sanremo 2021: "Andrà in beneficenza"
02/03/2021 A 14:34
"E’ un onore essere qua ma è anche un onore per te (Amadeus, ndr) essere qui con me. Qui mi sento piccolo, ma sempre più grande di te e potente. Ho portato le regole del mio festival...”

Le regole del Festival di Zlatan

E da qui ha inizio una gag con Amedeus, deligittimato dal suo ruolo di direttore del Festival e con riferimenti estremamente calcistici.
"Ho portato le mie regole. Prima regola, questo è il festival di Zlatan, non di Amadeus, e sarà di 22 cantanti. Undici cantanti contro undici. Sono già ventisei? Sono troppi, il Liverpool sta cercando quattro difensori, vendiamo... Oppure un paio li tengo in giardini e li faccio lavorare io. La seconda regola riguarda il palco, così non va bene, è fatto per piccole persone come te, a me serve 105 per 68 metri come San Siro. Altrimenti il Festival è annullato”.
Dopo aver presentato insieme ad Amadeus, Aiello: lo svedese finisce il suo primo cameo sanremese. Dividendo i social e facendo capire che anche all’Ariston, Ibra sarà, soprattutto, il solito Zlatan.

"Mancano 4 cantanti? Dateli all’Inter, o forse pure al Milan"

Dopo la prima comparsata, prima di mezzanotte il campione svedese ha fatto altri due apparizioni sul palco dell’Ariston: continuando a sfoggiare il suo ego e a provocare Amadeus, bersaglio prediletto delle sue sparate.
Finché c’è Zlatan tutto sotto controllo, il problema sarà domani (mercoledì, ndr) quando non ci sarò. Però ti guarderò. Voto a questa serata? Ho fatto un bel Festival, sono stato il migliore di tutti i tempi sul palco. Ora scrivi, terza regola è che il Festival dura 90 minuti più recupero e qui siamo già oltre ai supplementari, non va bene. Mancano 4 cantanti? Diamoli in prestito all’Inter, ma forse servono al Milan”.

Mihajlovic: "Sarò a Sanremo con Ibrahimovic"

Serie A
Ibrahimovic chiama Lukaku: "A Sanremo sei il benvenuto"
02/03/2021 A 11:58
Serie A
Juve, affaticamento per Dybala: settimana di lavoro differenziato
21/07/2021 A 19:20