Cagliari-Parma, scontro-salvezza disputatosi alla Sardegna Arena, si è concluso col punteggio di 4-3 in favore dei Sardi. Gara arbitrata da Paolo Valeri. Una partita roboante, ribaltata nell’arco di soli 2 minuti dai nuovi entrati Pereiro e Cerri. Il Cagliari ora avanza momentaneamente a -2 dal Torino, e sogna la salvezza dopo una vittoria che avrà di certo rinvigorito il gruppo. Tra i Sardi spicca su tutti Cerri, che appena entrato, regala nuove speranze di salvezza ai suoi, segnando il primo gol stagionale.
Di seguito le pagelle dell’incontro per scoprire insieme ai voti dei nostri giornalisti i promossi e i bocciati del match. Informazioni utili anche per farvi una prima idea se giocate a qualsiasi Fantacalcio.

Classifiche e risultati

Serie A
De Zerbi dice addio al Sassuolo: "Toccato l'apice"
IERI A 19:50
Serie A 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie A 2020-2021, calendario e risultati | Serie A 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata
Champions League, classifiche e risultati gironi | Europa League, classifiche e risultati gironi

Le pagelle del Cagliari

Guglielmo VICARIO 5: il tiro di Pezzella gli buca le mani, non compie il miracolo a tu per tu con Kucka. Per il resto, si rifa con alcune uscite sicure.
Daniele RUGANI 5: cerca di superare la sua timidezza cronica con un cross che Nainggolan può soltanto sfiorare. Dorme sul gol di Kucka e incespica sul gol di Man. Da rivedere. (dal 65’ PEREIRO 7,5: gol sublime e assist determinante nei due minuti finali. Rockstar della gara).
Diego GODIN 5,5: complice distratto sull’azione del raddoppio ducale. Poi suona l’arrembaggio verso la fine.
Andrea CARBONI 7: propositivo per tutta la gara, è l’ombra comoda di Nandez. Il suo è un cross perfetto per il gol di Pavoletti.
Gabriele ZAPPA 6,5: si presenta a ridosso dell’area avversaria più volte, creando scompiglio nella retroguardia ducale. ( dal 59’ LYKOGIANNIS 6,5: entra e sfiora il gol su punizione).
Razvan MARIN 7,5: a tratti disordinato nella gestione del pallone, ma il suo alto workrate bilancia il tutto. Ha la testardaggine necessaria a ribadire in rete un tiro respinto più volte, e riaprire così la partita.
Radja NAINGGOLAN 7,5: nel primo tempo è trascinatore dei suoi; da regista avanzato lavora per la squadra, cercando di far superare ai suoi la soglia della paura iniziale.
Alfred DUNCAN 6: lontano dal pallone si allinea al centro della difesa. Mediano vigile, cerca di graffiare con un bolide dalla distanza che sfiora il palo. (dal 65’ SIMEONE 5,5: mai incisivo).
Nahitan NANDEZ 6,5: ronza attorno alla difesa avversaria più volte. Ma non punge. ( dal 87’ CERRI 8: entra a 3' dalla fine, piazza un gol che vale una stagione. Silenzia le critiche. Questo basta e avanza).
Joao PEDRO 5: arretra troppo e si smarrisce. Verso la fine spreca un colpo di testa facile. Pochissimi i palloni giocati, in una stagione all’insegna della discontinuità.
Leonardo PAVOLETTI 7,5: soffre all’inizio, poi torreggia su mezza retroguardia ducale, ridando speranza ai suoi compagni.
All. Leonardo SEMPLICI 6,5: nei minuti di recupero, la sua squadra trova l’elisir che permette di rinascere. Ma non è una vittoria casuale: sul campo si è vista una squadra grintosa e convinta. Il Toro ora dovrebbe preoccuparsi. Gli ingressi di Pereiro e Cerri hanno spaccato la partita.

L'esultanza di Giuseppe Pezzella in Cagliari-Parma

Credit Foto Getty Images

Le pagelle del Parma

Luigi SEPE 5: si impietrisce di fronte agli stacchi imperiosi di Pavoletti e Cerri.
Vincent LAURINI 5: partita in sordina, mai propositivo. (dal 60’ BUSI 6,5: si getta a capofitto nella partita, si spreca e trova spazi per colpire).
Yordan OSORIO 5,5: non riesce a reggere il peso delle tre punte che Semplici gli schiera contro sul finale.
Mattia BANI 5: si fa dominare da Pavoletti in occasione del gol che riapre il match.
Giuseppe PEZZELLA 7: protagonista assoluto del primo tempo, con un gol, un tiro pericoloso, un’ammonizione e un tocco di braccio in area di rigore che ha chiamato in causa il VAR. Ma l’importante, in una gara come questa, era non avere paura. Lui non l’ha avuta. (dal 77’ DIERCKX sv).
Alberto GRASSI 6: incursioni continue durante tutto il primo tempo, poi nel secondo tempo scompare. Serviva più cuore.
Gaston BRUGMAN 6: Sciabolate e lanci lunghi chirurgici che ispirano le discese di Grassi e Cornelius. Ottima regia stasera.
Jasmin KURTIC 5: si mangia un gol solo davanti al portiere che avrebbe potuto chiudere la partita. Le sue lacrime sul finale spiegano tutto.
Juraj KUCKA 7: supera la prova del tridente inedito lasciando il segno sulla gara: ottimo a smarcarsi nell’azione del secondo gol. Esce dopo 45’, acciaccato. (dal 45’ MIHAILA 6: corre, prova a prendere la difesa in controtempo, ma senza grandi risultati).
Andreas CORNELIUS 6,5: ottime le sponde e l’assist per Kucka. Fa la boa, si rende utile come può. (Dal 72’ PELLE’ 5,5: non cambia il ritmo alla partita, incespica su una possibile ripartenza pericolosa)
Denis MAN 7,5: la sua qualità è ormai imprescindibile per questo Parma; il diagonale con cui firma il 3-1 ne è la prova. (Dal 72’ VALENTI 6: lotta, conquista qualche fallo e fa respirare la squadra).
All. Roberto D’AVERSA 5: la squadra collassa per l’ennesima volta dopo aver stabilito un comodo vantaggio. Questo Parma ha paura di salvarsi.
IL REPORT DEL MATCH

Simy, che cavalcata: a marzo segna più di Lewa, CR7 e Benzema

Serie A
Parma-Sassuolo, pagelle: Boga e Berardi top class
IERI A 19:14
Serie A
Milan fermato dal Cagliari 0-0: Champions rimandata
IERI A 18:23