Salernitana-Spezia, match valido per la ventiquattresima giornata della massima serie, si è concluso col risultato di 2-2, frutto delle due reti-capolavoro su calcio di punizione di Simone Verdi per i campani di mister Stefano Colantuono e dei rigori trasformati da Rey Manaj e Daniele Verde per la band di Thiago Motta. Qui di seguito, i voti ai protagonisti della partita per capire l'andamento della gara e per un primo sguardo in ottica fantacalcio.
Serie A 2021-2022, la classifica aggiornata | Serie A 2021-2022, calendario e risultati | Serie A 2021-2022, la classifica marcatori aggiornata

Le pagelle della Salernitana

Serie A
Salernitana, i capolavori di Verdi non bastano: 2-2 con lo Spezia
07/02/2022 ALLE 19:37
Luigo SEPE 6: quando lo Spezia attacca, non lo fa centrando lo specchio della porta. Subisce entrambi i gol su penalty, entrambi imparabili.
Pasquale MAZZOCCHI 6: tanta corsa lungo la destra per l'ex Venezia, che però si deve ancora completamente adattare alla nuova squadra.
Dall'82' Norbert Gyömbér: sv.
Radu DRAGUSIN 6,5: giocatore all'apparenza trasformato dalla versione piuttosto confusionaria in maglia Samp. Energico e puntuale ad ogni intervento: il difensore rumeno in prestito dalla Juve convince.
Federico FAZIO 5: davvero ingenuo su Erlic, che gli sposta il pallone sotto il naso prendendosi il rigore. Poi, qualche ruggine da prolungata inattività. L'ex Roma entra veramente in partita dopo l'ora di gioco, ma non basta per arrivare alla sufficienza.
Luca RANIERI 6,5: percussionista su tutti i fronti, partendo dalla retroguardia. Altra grande partita dello scuola Fiorentina.
Lassana COULIBALY 5,5: il maliano rientra dalla Coppa d'Africa con qualche precisione di troppo in fase di impostazione.
Ivan RADOVANOVIC 6,5: calcolando che arriva con le ruggini degli zero minuti in maglia genoa, l'esperto centrocampista serbo se la cava alla grande senza mai mancare un intervento.
Grigoris KASTANOS 6,5: si divincola bene tra le linee, costringendo Amian al cartellino giallo e mettendo in fila due occasioni da rete, la prima sprecata lisciando il pallone, la seconda "creata" con un colpo da biliardo che fa la barba al palo. Nel complesso, una sufficienza "rotonda" assolutamente meritata.
Dal 65' Emil Bohinen 5: pochissimi palloni toccati dal centrocampista norvegese giunto dal CSKA Mosca. Gara eccessivamente timida, la sua.
Simone VERDI 8: doppio capolavoro su calcio di punizione. Una traiettoria più bella dell'altra: una dal limite, l'altra dai 25 metri, entrambe col medesimo esito. Ovvero, palla a girare sotto il sette, dove Provedel non può proprio arrivarci. Che esordio con la nuova maglia per l'ex Toro!
Dal 65' Diego Perotti 6,5: riversa subito in campo tutta la sua classe. L'ex Roma è di un altro livello e intuisce aperture di gioco che gli altri non vedono.
Franck RIBERY 4,5: male su tutti i fronti. Quanti errori che non rendono onore alla sua grandissima carriera. Oggi, più che mai, appare un giocatore al capolinea.
Dal 76' Mikael 6: l'attaccante brasiliano ex Recife mostra subito discreti numeri là davanti.
Lys MOUSSET 5: nel coprirsi il volto sulla punizione di Manaj, poco prima della mezz'ora di gioco, finisce per "parare" al posto di Sepe il pallone in area piccola, in fase di ripiegamento. Là davanti, invece, il francese ex Sheffield United è ancora un pesce fuor d'acqua che deve ambientarsi nel campionato italiano. Anche se, di tempo, ce n'è veramente poco.
Dal 46' Milan Djuric 6: fa a sportellate, pressa, si sbatte. La sufficienza la merita.
Mister Stefano COLANTUONO 6: Il "mini campionato" della nuova Salernitana con l'obiettivo incentrato su una vertiginosa rimonte, inizia con un pari casalingo contro una diretta concorrente. Non esattamente il massimo. Ma gli aspetti positivi ci sono: tanto più talento e profondità della rosa sono aspetti che potranno tornare davvero utili nel resto del cammino dell'Ippocampo.

Le pagelle dello Spezia

Ivan PROVEDEL 6: imparabili le punizioni-capolavoro di Verdi. Grande padronanza sulle uscite a palla alta.
Kelvin AMIAN 6: dispensa calci e calcioni a tutto andare. I suoi metodi sono grezzi ma efficaci.
Martin ERLIC 7: costringe Fazio al fallo da rigore e chiude ogni boccaporto in difesa. Prestazione ragguardevole.
Dimitris NIKOLAU 6,5: buonissima prova difensiva, sia in fase di anticipo che in quella di disimpego.
Arkadiusz RECA 6: alcune sgroppate di livello lungo l'out di sinistra.
Jacopo SALA 6: schierato in mediana, tiene bene le posizioni. Prezioso in fase d'interdizione.
Dal 68' Aurélien Nguiemba 6: entra in campo con la grinta giusta, martellando ogni avversario sulla linea mediana.
Jakub KIWIOR 7: per i fantallenatori, c'è il "malus" del cartellino giallo all'88', vero, ma quanti palloni recuperati da parte del polacco, diventato ormai colonna portante della metà campo di Thiago Motta...
Giulio MAGGIORE 5,5: un po' sottotono in fase creativa.
Daniele VERDE 7: trottola impazzita della fase offensiva impazzita. Recupera e trasforma il rigore del definitivo 2-2.
Rey MANAJ 6,5: disputa mezz'ora ad altissimi livelli, là davanti, realizzando il rigore del momentaneo 1-1. Cala alla distanza e viene sostituito da Thiago Motta.
Dal 76' M'bala Nzola 6: buone sponde, là davanti, nella fase finale del match.
Emmanuel GYASI 6: un buon tentativo al 71', tanta corsa e lavoro di squadra. Anche se il gol non arriva.
Mister Thiago MOTTA 6,5: un punto che fa decisamente più comodo a lui che a Colantuono. La sua squadra non si fa mai prendere dal panico, nemmeno dopo la seconda prodezza di Verdi, che avrebbe effettivamente potuto tagliare le gambe all'avversario di turno. Spezia che ha trovato, nel tempo, solidità e certezze. Insomma, un ottimo viatico per il cammino-salvezza. Sono davvero lontani i giorni in cui il nome del tecnico italo-brasiliano era in discussione. Anzi, a un passo dall'esonero.

Mourinho: "Thiago Motta è uno 'dei miei', non è solo Triplete"

Serie A
Napoli-Spezia 1-0, pagelle: Raspadori risolutivo, Ndombele timido
10/09/2022 ALLE 16:20
Serie A
Napoli, Raspadori da impazzire: gol all'89' e 1-0 allo Spezia
10/09/2022 ALLE 12:55