Per il secondo anno di fila, la Juventus non riesce a chiudere a punteggio pieno le prime due giornate della Serie A. I bianconeri sono infatti stati fermati a Marassi da un'ottima Sampdoria, che avrebbe forse meritato anche qualcosa in più dello 0-0 finale, considerando la traversa centrata da Mehdi Leris dopo 6' di gara e l'auto-palo in cui è incocciato il tentativo di rinvio di Dusan Vlahovic dopo un angolo dei blucerchiati.
Ai micrfoni di Dazn, Massimiliano Allegri vuole però evidenziare gli aspetti positivi di questa trasferta: non aver subito gol per la seconda partita consecutiva, il buon ingresso dei giovani Fabio Miretti e Nicolò Rovella e l'importanza di Vlahovic nello scacchiere tattico della sua squadra. Ecco le dichiarazioni complete.
Serie A
John Elkann: "Dimissioni atto di responsabilità: Allegri punto di riferimento"
7 ORE FA

Su cosa non ha funzionato oggi

"Iniziamo dalle cose positive: non abbiamo preso gol per due partite. Per quanto riguarda il 1° tempo, la Sampdoria ha fatto un'ottima partita, chiudendoci tutti gli spazi. Hanno corso molto e nel 2° tempo è normale che hanno pagato questo sforzo, mentre noi abbiamo fatto buone cose con due o tre situazioni favorevoli. Abbiamo avuto una bellissima occasione alla fine, ma purtroppo c'è una cosa che nel Calcio non si deve fare: correre all'indietro. In fase difensiva si rischia di prendere gol come ha fatto Miretti su Quagliarella. E poi all'ultimo, quando corre all'indietro Kean e dietro di lui c'è Bremer con porta spalancata. Era successo uguale lunedì scorso col Sassuolo, sono cose da migliorare. Peccato perché abbiamo lasciato due punti".

Su Vlahovic

"Nel 1° tempo non abbiamo fatto bene perché abbiamo avuto poca pazienza e la Sampdoria ha corso tanto. Nel 2° tempo siamo venuti fuori invece e lui ha giocato anche meglio. C'è stata un'azione in cui, su cross rasoterra, Vlahovic è andato per colpire di prima: su queste situazioni è micidiale, ma se la palla non è giusta... Deve stare più sereno, prendere posizione in area e proteggere palla senza andare per giocare d'impatto subito. Ha fatto comunque un buon 2° tempo".

Allegri: "Gatti o Rugani? Tiro la monetina, se esce un gatto..."

Sul mercato

"Non mi aspetto nulla, al mercato ci pensa la società. Noi dobbiamo lavorare e credo che siamo partiti un filino meglio rispetto all'anno scorso e questo è già un buon segnale. Bisogna vedere le cose positive e non solo quelle negative, che sicuramente si possono migliorare. Ci sono cose positive anche oggi: Miretti e Rovella sono entrati bene, lo stesso per Kean. Normale che si debba migliorare".

In cosa è più forte questa Juventus rispetto all'anno scorso

"Una cosa è certa. Siamo in un momento con assenze importanti e tanti inserimenti dei nuovi. C'è un'ottima intensità e grande voglia di fare qualcosa di importante. Sappiamo di essere un po' indietro rispetto alle altre, ma ci vuole pazienza per recuperare punti. Già due partite senza subire gol rappresentano un bel segnale. Stiamo crescendo di condizione e per sabato ci prepareremo alla grande sfida con la Roma".

Sull'occupazione degli spazi nell'area avversaria

"Nel 1° tempo non l'abbiamo occupata bene, nel 2° tempo meglio. Con loro bisognava giocare palla sopra o palla in diagonale dietro, perché tanto la Sampdoria la linea non la rompe mai. Sicuramente dobbiamo lavorare meglio anche su questo aspetto".

Su Zakaria

"Non era infortunato e non è subentrato perché avevo bisogno di qualità tecnica nello stretto. Miretti su queste cose qui ha qualità diverse, anche se è più giovane rispetto a Zakaria".

Tutte le maglie della nuova stagione della Serie A

Serie A
Juve: da Buffon a Tevez e CR7, la Top 11 dell'era Andrea Agnelli
10 ORE FA
Serie A
Juve, crolla il titolo in borsa: sospeso per eccessiva volatilità
14 ORE FA