Buone notizie in casa Inter. Suning, azionista di maggioranza del club, ha dato la sua disponibilità ad inserire nuova liquidità nelle casse del club per ripianare le perdite dell’ultimo bilancio, con una cifra superiore ai cento milioni di euro. È questa la grande novità che verrà presentata in giornata durante il Cda nerazzurro. Un sostegno non banale specie a fronte delle ultime voci di mercato, le ultime riguardo il cambio di advisor per la ricerca di acquirenti per il club.
Non è la prima volta che la proprietà arriva in soccorso dei conti del club, ma rispetto al passato la mossa di oggi fa decisamente più rumore. Nel 2021, infatti, Suning aveva provveduto a un finanziamento soci per 75 milioni di euro, destinando alle casse dell’Inter una parte dei 275 milioni presi in prestito da Oaktree sotto forma di finanziamento attraverso Great Horizon, la controllata di Suning. Con quella mossa, Suning riuscì a garantire la liquidità necessaria al club nerazzurro per saldare le pendenze relative alla stagione 2020-21 e ad affrontare i costi della nuova stagione. L’aumento che verrà annunciato oggi avrà più o meno la stessa missione. Ed è probabile che la somma che verrà garantita faccia sempre parte di quel famoso prestito di Oaktree: la parte non stanziata nel 2021 torna utile oggi, per dare maggior solidità alle finanze dell’Inter. La portata del nuovo aumento di capitale dovrebbe superare 100 milioni di euro, a conferma di uno sforzo maggiore rispetto allo scorso anno.

Tenere l'Inter in salute serve anche per l'eventuale cessione

Mondiali
Song: "Onana ha chiesto di andare via, lo abbiamo accontentato"
28/11/2022 ALLE 13:50
Dal Cda, dunque, arriva un segnale importante. La famiglia Zhang almeno per ora non sembra aver intenzione di disimpegnarsi, ma continua a investire per mantenere il bilancio del club in una condizione di ‘salute’. Una mossa che probabilmente serve anche a dare un segnale alle tante voci che continuano a rincorrersi da mesi, che vedono il presidente Steven Zhang in cerca di nuovi soci o addirittura pronto alla vendita del club. Ipotesi che restano comunque valide, ma che confermano come la famiglia Zhang voglia comunque approcciarsi all’eventuale cessione con un prodotto ‘sano’. Condizione necessaria, quest’ultima, per vendere eventualmente alle proprie condizioni: dopo i tanti investimenti nel corso degli anni, infatti, le voci mormorano di una presa in considerazione della cessione per una cifra non inferiore a quanto valutato di recente il Milan: un miliardo e 200 milioni.

2016, Javier Zanetti, Zhang Jingdong, Inter, LaPresse

Credit Foto LaPresse

Bilancio sempre in rosso ma in miglioramento

Da un anno all’altro, bilancio su bilancio, l’Inter vanta un miglioramento di circa 105 milioni. Questo però resta un “giochino” tra passivi. Rispetto ai -246milioni di un anno fa, le stime oggi si attestano intorno ai -140 milioni. Una situazione comunque migliore rispetto ai -254 milioni ufficializzati recentemente dalla Juventus. Insomma, c’è stata una riduzione significativa delle perdite, dovuta in parte anche all’impatto delle operazioni di mercato e alle due maxi plusvalenze messe a segno con le cessioni nell’estate scorsa di Hakimi al PSG e di Lukaku al Chelsea. Il fatturato è in crescita, il trend è positivo. L’Inter vuole ripartire da qui.
Calciomercato
🗞 La Juve blinda Locatelli fino al 2027 e pensa a Gvardiol e Ndicka
22/11/2022 ALLE 06:38
Mondiali
🗣 Calcio360, speciale Mondiali: ogni giorno su Twitch, parlane con noi!
21/11/2022 ALLE 10:49