Il calcio il sogno di una vita? Sì, ma a volte si prendono altre scelte. È la storia di Alessandro Arlotti che ha preferito un percorso di studi in un'Università di prestigio piuttosto che rincorrere una carriera nel calcio. Il trequartista italiano - ha partecipato anche agli Europei Under 17 nel 2019 - ha deciso di lasciare il Pescara e il Monaco dopo aver superato gli esami di ammissione per Harvard, mica un'Università qualsiasi... Cresciuto nel vivaio del Monaco, Arlotti è di Nizza ma di famiglia italiana, era stato ceduto in prestito al Pescara in questa stagione. Il classe 2002 non è però mai sceso in campo e dopo due presenze nella squadra Primavera ha deciso di lasciare il calcio europeo per trasferirsi negli Stati Uniti.

Classifiche e risultati

Serie A 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie A 2020-2021, calendario e risultati | Serie A 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata
Champions League
Musiala, il Bayern e l’ennesima lezione all'Italia
24/02/2021 A 13:23

Le parole di Alessandro Arlotti

Era un’opportunità a cui non potevo rinunciare. Certo, il sogno di sempre è il calcio, ma se avessi avuto l’impressione di poter avere una carriera di un certo livello ci avrei pensato forse un po’ di più. Credo di aver fatto la scelta giusta. Continuerò a giocare, ma nel campionato universitario USA. E anche se so che è quasi impossibile, spero poi un giorno di giocare in Europa. [Arlotti a RMC]
Arlotti, quindi, non smetterà di giocare a calcio, ma lo farà nel campionato universitario e poi chissà...

Alessandro Arlotti in azione in Italia-Serbia Under 17 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

E dire che quando era nell'Under 16 ci fu addirittura uno scontro tra Italia e Francia per farlo giocare nelle rispettive Nazionali. Arlotti scelse l'Italia con la quale giocò l'Europeo Under 17, fino alla finale dove gli azzurrini furono sconfitti dai Paesi Bassi (4-2). Poi una partecipazione anche ai Mondiali Under 18 dove l'Italia venne eliminata ai quarti di finale.

Totò Schillaci, l'eroe delle notti magiche di Italia '90

Bundesliga
Moukoko gol: è il bomber più giovane di sempre in Bundesliga
18/12/2020 A 21:16
Calcio
Uefa, tra i 50 giovani più promettenti l'unico italiano è Bastoni. Presenti anche Kulusevski e Leao
04/01/2020 A 11:59