Si pensava fosse la fine di un incubo e invece…Roubaix era stata terra di conquista per i colori azzurri e il velodromo più famoso del mondo aveva dato modo agli appassionati italiani di gioire. E’ il caso di Letizia Paternoster, capace di aggiudicarsi l’oro mondiale nell’Eliminazione nel ciclismo su pista e di cancellare due stagioni con tanti problemi e sfortune. Un vero e proprio calvario quello vissuto dalla ragazza nativa di Cles. Il suo grande obiettivo erano le Olimpiadi di Tokyo, ma l’azzurra non ha potuto contare su una condizione come avrebbe voluto e dovuto.
Malasorte compagna di viaggio sgradita dal 2019 quando fu investita in allenamento, procurandosi la frattura dello scafoide sinistro e la rottura di un dente. Nel 2020 il lockdown, l’infortunio al ginocchio e la positività al Covid avevano completato un quadro estremamente sconfortante. L’azzurra andava a caccia quindi di riscatto, ma i Giochi non le avevano riservato le soddisfazioni attese nel quartetto dell’inseguimento, nonostante il doppio record italiano, nell’Americana (in coppia con Elisa Balsamo vittima di una brutta caduta) e nell’Omnium (sostituita da Balsamo). Paternoster si era rimessa in sella sul finire d’agosto 2021 nel Simac Ladies Tour in Olanda, corsa a tappe del World Tour. Ma la ventiduenne della Trek-Segafredo è stata protagonista di una brutta caduta. Conclusione: nuovo stop ed Europei e Mondiali su strada visti in tv.
Mondiali
Paternoster, Ganna e gli altri: quanto si guadagna da campioni del mondo?
23/10/2021 A 03:30
Serviva una sterzata e un primo segnale era arrivato con l’argento continentale nella rassegna di ciclismo su pista in Svizzera nell’Eliminazione. Nella stessa specialità che l’aveva vista salire sul secondo gradino europeo, l’azzurra aveva sciorinato una prestazione da primattrice consumata e per la belga Lotte Kopecky, l’ultima a cedere, non c’è stato nulla da fare. Purtroppo per Letizia il 2022 ha riservato una nuova sgradita sorpresa. E’ stata la stessa atleta ad annunciarlo suoi suoi profili social:
Ciao amici! Se non mi avete vista in pista a Glasgow e in corsa con Trek-Segafredo] è stato per colpa di una dannata mononucleosi. Da qualche settimana sta condizionando le mie giornata e, inevitabilmente, i miei programmi. Piano piano sto tornando ad allenarmi, ma purtroppo ancora non mi sono del tutto ripresa. Servirà (per l’ennesima volta) tanta pazienza ma… non si molla! Grintaaaaaa!”
Un nuovo contrattempo, chiamato mononucleosi, per Paternoster che spera di rifarsi al più presto.

La Paternoster non riesce a trattenere le lacrime dopo l'oro

Ciclismo su Pista
Balsamo e Consonni d'oro, 10° podio per l'Italia alla Nations Cup
16/05/2022 A 07:10
Ciclismo su Pista
Nations Cup: Elisa Balsamo, splendido oro nell'Omnium
15/05/2022 A 07:26