Ci siamo! Ora non si può più scherzare con il Tour che passa dal suo punto più duro: una tappa con due hors catègorie e l'arrivo sul Col de la Loze che è la cima più alta di questa edizione della Grande Boucle. Pogacar ha gettato il guanto di sfida a Roglic, ma sono tante le possibili chiavi di lettura con tanti corridori che vogliono migliorare la propria classifica. Il tutto senza Bernal che ha deciso proprio stamattina di non partire per la fatica accumulata negli ultimi giorni.

Tour de France
Da Nizza a Parigi: il percorso e la guida completa delle 21 tappe del Tour de France
21/09/2020 A 08:29
POGACAR PUÒ RIBALTARE IL TOUR CON LA CRONO?

Il percorso della 17a tappa

È la tappa più dura del Tour: due GPM, ma tutti e due Hors Catégorie dove si andrà oltre i 2000 metri di altitudine. Prima il Col de la Madeleine (17,1 km all'8,4%), poi il Col de la Loze (21,5 km al 7,8%) posto a 2304 metri. Ci saranno tanti punti a disposizione per i corridori che sognano la maglia a pois, visto i punti raddoppiati per i GPM con oltre 2000 metri di altitudine. Ma che battaglia per la maglia gialla.

https://imgresizer.eurosport.com/unsafe/0x0/filters:format(jpeg):focal(1348x556:1350x554)/origin-imgresizer.eurosport.com/2020/08/14/2864275.jpg

Programmazione televisiva

Dalla Grand Départ di Nizza al traguardo più famoso del mondo sugli Champs-Élysées, la 107a edizione del Tour de France è il più importante evento dei 100 giorni di ciclismo di Eurosport e sarà trasmesso in diretta integrale su Eurosport 1, Eurosport 2 (canali 210 e 211 di Sky, disponibili anche su DAZN) ed Eurosport Player con il commento di Luca Gregorio e Riccardo Magrini (GUARDA QUI per tutte le offerte di Eurosport Player). La diretta della tappa comincerà su Eurosport 1 a partire dalle 12:15 con orario d'arrivo previsto tra le 17:05 e le 17:40.

Tour de France 2020, tappa 17: Grenoble-Méribel, percorso e profilo 3D

I favoriti della 17a tappa

Come al solito la tappa si divide in due. Chi sogna la fuga, poi c'è la lotta per la classifica. Non mancheranno sicuramente le azioni da lontano con possibili attacchi anche dei compagni dei big che potrebbero fungere da punto di riferimento sull'ultima salita. C'è chi cercherà la vittoria per conto suo e ci aspettiamo qualcosa da Alessandro De Marchi, Daniel Martinez, Soler, Sivakov o Richard Carapaz (i due Ineos ci avevano provato già ieri).

Carapaz e Alaphilippe ci provano, ma Kamna è il più forte! Rivivi l'arrivo

Però la tappa è troppo importante per lasciarla ad un “fuggitivo” e quindi sarà probabile vedere bagarre tra i big anche per la vittoria che darà, inoltre, secondi di abbuono. Pogacar deve rimontare 40'' a Roglic prima della cronometro e quindi è o ora o mai più. L'altro sloveno, però, non è mai stato staccato in questo Tour de France. Occhio poi a Miguel Ángel López che già ieri aveva tentato una sparata nel finale. Il colombiano è carico e vuole assicurarsi un posto sul podio.

Pogacar scatta, ma Roglic lo marca a uomo! Si rivede Miguel Angel Lopez

Come funziona il protocollo anti covid?

Tutti i ciclisti al via si sono dovuti sottoporre a tampone tre giorni fa e sei giorni fa e hanno ricevuto semaforo verde dopo una doppia negatività. I tamponi sono stati ripetuti durante i giorni di riposo: lunedì 7 settembre e lunedì 14 settembre. Pe fortuna nessun corridore è risultato positivo: nel caso però vengano segnalate due positività nella stessa squadra da qui a Parigi verrebbe estromesso l'intero team (anche se i positivi dovessero essere cuochi o meccanici).

Basta selfie e conferenze: tamponi e pochi spettatori. Come cambia il Tour con il Covid

Come cambia il ciclismo con il Covid? Tutte le regole da seguire per corridori e addetti ai lavori

Tour de France
Tour de France: l'elenco dei partecipanti, ritirati e squalificati
20/09/2020 A 18:30
Tour de France
Roglic: "Sono pronto per la sfida"; Pogacar: "Volevo guadagnare già oggi"
15/09/2020 A 22:00