Dopo aver vinto il FIA European Rally Championship nel 2019, Chris Ingram sta per approdare al WRC cominciando dal Rally di Croazia. Ecco le parole del 26enne britannico.
Cosa significa questa opportunità per te?
"Vale un mondo per me, sono fortunato. Quando cresci in un paese che sfornato gente come Richard Burns e Colin McRae, due dei migliori piloti di rally mai vissuti, è grande fonte di ispirazione. Quando hai la passione per questo sport come me, non desideri altro che provare ad arrivare al WRC e ottenere solo una piccola parte di quello che hanno fatto loro. Certo, sono stati campioni del mondo e ovviamente questo è l'obiettivo finale, ma ci vuole tempo, talento e una quantità incredibile di duro lavoro per arrivare così lontano. Ci vuole anche un sostegno finanziario e io non sarei qui senza il mio sponsor principale, CarFinance 247. Darò tutto quello che ho, proprio come ho fatto per tutta la mia carriera".

Ti sei assicurato un programma di due anni. Quanto è importante?
"È vitale. L'esperienza è importante nel WRC, che è duro e competitivo. E si fa esperienza solo arrivando al traguardo di ogni evento. Quindi, nel primo anno, l'obiettivo è quello di mantenere la calma, non fare niente di stupido, imparare il più possibile e completare più chilometri possibile. Punti e podi sarebbero una spinta in più, ma non c'è pressione. L'unica è quella di mettermi in una posizione in cui posso puntare a risultati migliori nel secondo anno".

Pensi di meritarti questa possibilità?
"Mi sono totalmente impegnato e sono determinato, vincendo due dei principali titoli nell'ERC. Ho sacrificato tutto per poter inseguire i miei sogni nei rally. È stata una strada impegnativa a dir poco per arrivare a questo punto, abbiamo dovuto lanciare una raccolta fondi solo perché io e Ross potessimo fare gli ultimi due round dell'ERC; fortunatamente ce l'abbiamo fatta a vincerlo. Mi alleno duramente e cerco sempre di migliorare più che posso, sono davvero grato alle persone che mi hanno aiutato ad arrivare così lontano".

Hai usato i tuoi canali social media per promuovere HUMEN, una iniziativa per la salute mentale degli uomini. Perché?
"Ho realizzato un sogno quando sono diventato campione europeo. Tuttavia, competere contro alcuni dei più veloci piloti di rally su alcune delle strade più pericolose d'Europa non era la parte impegnativa. In quel momento stavo lottando, combattendo e superando una battaglia molto più difficile con la mia salute mentale. Spero che l'essere aperto sui miei problemi spinga altri uomini a parlare. Ho lottato con momenti difficili nella mia vita personale. Sono caduto in depressione mi è arrivato tutto addosso in una volta; pressioni finanziarie, relazioni, malattie familiari e il pensiero di non poter continuare la mia carriera. Tornando a casa pochi giorni dopo ogni rally e anche dopo aver vinto l'ERC, mi deprimevo e sprofondavo nel buio totale perché non cercavo aiuto. Gli uomini dovrebbero parlare".

Quali sono le sfide più grandi che dovrai superare nel WRC?
"Non corro con una macchina da rally dal novembre 2019, tutti gli eventi che ho in programma saranno nuovi per me, è una nuova squadra e mi trovo contro i migliori piloti del mondo. So che non sarà facile, ma non ho mai avuto vita facile nella mia carriera. Non vedo l'ora di affrontare tutte le sfide a testa alta come sempre e mi sento fiducioso nella consapevolezza di avere una squadra fantastica intorno che sosterrà me e Ross".
ERC
Il Barum Czech Rally Zlin verso il 50° anniversario, la Stratieva al 12° via
29 MINUTI FA
The post Ingram: “Questa è un’opportunità che vale un mondo per me” appeared first on FIA ERC | European Rally Championship.
ERC
Ecco la documentazione per il Rally Liepaja
IERI A 05:39
ERC
Quattro talenti del Rallye Team Spain nell’ERC
IERI A 14:04